Ultime News
Il Museo del Sax celebra Madame Elise Hall, prima mecenate del saxofono

Il Museo del Sax celebra Madame Elise Hall, prima mecenate del saxofono

8 marzo 2024

Venerdì 8 marzo, in occasione della Giornata Internazionale della Donna e del centenario della scomparsa di Madame Elise Hall, la prima grande mecenate del sassofono, il Museo del Saxofono di Fiumicino, diretto dal sassofonista Attilio Berni, presenta Women in Sax, un volume fotografico realizzato con il contributo del Ministero della Cultura e dedicato alle donne sassofoniste.

Il prestigioso volume, opera di rilievo nel campo della storia della musica, è frutto del grande lavoro di acquisizione, studio e ricerca svolto sull’archivio fotografico del Museo da parte degli autori Attilio Berni ed Ermira Shurdha. Un volume fotografico ricco di schede tecniche e di approfondimenti legati alle metamorfosi del sassofono e intrecciati con le storie personali delle esecutrici che, dalla fine dell’Ottocento, hanno imbracciato lo strumento.

Attilio Berni

Un libro di analisi che si pregia della prefazione della sassofonista Ada Rovatti, destinato a emozionare tutti, dai musicisti professionisti ai semplici appassionati dello strumento, e a suscitare lo sviluppo di nuovi studi, oltre a un più vivo e significativo interesse per la cultura degli strumenti musicali a fiato.

Il programma della serata prevede alle ore 18:00 l’apertura musicale con il Duo Mono, formato da Mara di Cosimo (sax alto) e Susanna Pagano (pianoforte), che suoneranno Rhapsodie Mauresque di C. Debussy e Premier Concerto for Alto Saxophone di P. Gilson, brani entrambi dedicati a Madame Elise Hall. Alle 18:30 ci sarà la presentazione del volume, con la partecipazione degli autori, Attilio Berni ed Ermira Shurdha, e Andrea Polinelli, musicista nonché moderatore della presentazione.

Ermira Shurdha

Alle ore 20:30, come di consuetudine, è in programma un’apericena facoltativa al costo di €15,00 e, a conclusione della manifestazione, alle ore 21:30, confermando la filosofia divulgativa in stile edutainment perseguita dal museo allo scopo di coinvolgere emotivamente il pubblico, è previsto il concerto “Donne tra le Note”, con Claudia Di Pietro ai sassofoni e Lucia Bonfiglio al pianoforte. Il duo proporrà un repertorio che spazierà da brani classici al jazz, dalla musica pop a quella sudamericana, da Ennio Morricone ad Astor Piazzolla e vedrà, come ospite d’onore, la giovane cantante Giulia Ragusa.

Claudia di Pietro

Women in Sax è un un volume dedicato al lato femminile del sassofono. Fino alla metà dell’Ottocento le donne che si avvicinavano alla musica solitamente studiavano il pianoforte, l’arpa, la chitarra e soprattutto il canto. Il loro coinvolgimento con la musica, seppur secolare, quasi mai approdava a un livello professionale e, solo nella seconda metà del XIX secolo, il loro approccio cominciò lentamente a cambiare. Nei primi anni del Novecento il pianoforte era ancora lo strumento considerato più “appropriato”, sia per le donne bianche che per quelle di colore, e solo alcune trombettiste, tromboniste e clarinettiste iniziarono a trovare lavoro in gruppi musicali familiari, nei circuiti dei vaudeville o dei Chautauqua, dei circhi e degli spettacoli in tenda. Poi arrivarono il sassofono, Madame Elise Hall e le prime incisioni di Miss Bessie Meeklens e tutto cominciò a prendere un’altra strada.

La pubblicazione di questo ricco catalogo di fotografie non vuole rappresentare una ricostruzione storico-cronologica delle figure femminili di maggior spicco che hanno suonato il sassofono, lottando per l’affermazione del ruolo della donna nella società. Women in Sax vuole essere una testimonianza di quel patrimonio culturale e storico costituito dall’archivio fotografico custodito dal museo e permettere una lettura diversa, più diretta ed emotiva, di quella che è stata l’identità della donna sassofonista, coinvolgendo i lettori e portandoli oltre la semplice conoscenza dei fatti. Un omaggio al “femminile sconosciuto” del sassofono, non solo jazzistico, un lungo lavoro di studio e ricerca, che ha portato a ricostruire le storie delle protagoniste di un’epoca; storie riassunte in aneddoti e curiosità, di cui si sono volute tracciare anche le vicende umane.

Il “sax femminile” ha popolato il mondo artistico americano ed europeo, ma non sempre è riuscito a segnare la storia con trionfi, e spesso se ne è persa la memoria. Una ragione in più per fissare sulle pagine di un libro il valore di queste protagoniste – considerate figure di secondo piano – il loro intuito e l’abilità di inserirsi in un contesto difficile, soprattutto per il predominio maschile che ha sempre prevalso nella scena artistica.

INFO

www.museodelsaxofono.com

 

Abbonati a Jazzit a soli 29 euro cliccando qui!