Ultime News
Il violinista Luca Ciarla in concerto al Teatro La Fenice di Venezia
Photo Credit To Paolo Lafratta

Il violinista Luca Ciarla in concerto al Teatro La Fenice di Venezia

8 marzo 2024

Il violinista e compositore Luca Ciarla si esibirà venerdì 8 marzo, alle ore 19:30, nelle prestigiose Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia. L’evento è presentato da Veneto Jazz ed è inserito nella rassegna “Jazz&”, che porterà a Venezia artisti del calibro di Aaron Goldberg, Yumi Ito, Dobrawa Czocher, Amaro Freitas e altri ancora.

Luca Ciarla è un musicista creativo e sorprendente che supera i confini tra i generi musicali, tra sonorità jazz, classiche e folk, senza mai perdere il suo inconfondibile stile innovativo, una magica seduzione acustica in perfetto equilibrio tra scrittura e improvvisazione, tradizione e contemporaneità, che lo ha portato a esibirsi con successo in festival e concerti di jazz, musica classica e world music in più di settanta paesi in tutto il mondo; dal Montreal Jazz Festival al Performing Arts Centre di Hong Kong, dal Celtic Connections in Scozia al Festival Villa-Lobos di Rio de Janeiro, dal Melbourne Jazz Festival all’Opera di Dubai e all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

L’eclettico musicista molisano sarà sul palco con la sua solOrkestra, un affascinante progetto in solo che lo vede esibirsi con un pedale loop, la sua voce, pianoforte, elettronica e diversi strumenti giocattolo. In programma composizioni originali intrise di atmosfere mediterranee, dal sapore minimalista, e insoliti arrangiamenti della tradizione popolare italiana.

E proprio in Molise Luca Ciarla ha fondato l’Adrifest, un evento multidisciplinare che coniuga la passione per la musica e le arti in generale con l’amore e la cura del territorio. Il festival presenta a Termoli, sua città natale, a Larino, alle Isole Tremiti e in vari paesi limitrofi eventi di livello internazionale in spazi dal grande valore storico, culturale e paesaggistico. Il concerto a Venezia sarà quindi un’occasione anche per presentare brani e racconti legati all’Adrifest, come Maredifollia, un videoclip registrato alle Isole Tremiti per un concerto online durante la pandemia, promosso dall’Istituto Italiano di Cultura di New York.

L’alchimista del violino Luca Ciarla crea le sue musiche con un pedale loop, la sua voce e diversi strumenti giocattolo. Esegue in solo e rigorosamente dal vivo tutta la partitura della sua orchestra, suonando il violino anche come una chitarra, un violoncello o una percussione. In questo fantasioso mondo musicale Luca canta, fischia, suona altri strumenti e aggiunge nuove improvvisazioni: la musica si evolve così continuamente, trasformandosi in un’affascinante solOrkestra.

Nato a Termoli, in Molise, Luca Ciarla inizia a suonare il violino e il pianoforte all’età di otto anni. A dodici studia al conservatorio e pochi anni dopo inizia a esplorare il jazz e in seguito anche la musica popolare. Si laurea in violino nel 1993 sotto la guida di Antonio Salvatore e poi studia presso la Scuola di Musica di Fiesole, come membro dell’Orchestra Giovanile Italiana, e alla Scuola di Alto Perfezionamento di Saluzzo. Nel 1996 si trasferisce negli Stati Uniti per seguire un master all’Indiana University e per studiare jazz con David Baker. Successivamente porta a termine anche un dottorato in arti musicali all’Università dell’Arizona, dove insegna per alcuni anni. Vincitore di vari concorsi in Italia e all’estero, è stato premiato nel 1999 dalla prestigiosa organizzazione newyorkese Chamber Music America. Nel corso degli anni Luca ha lavorato con alcuni tra i più famosi artisti della scena internazionale. Dopo aver registrato con varie etichette discografiche, fonda la Violipiano Music, casa di produzione che si occupa della sua attività artistica. Collabora stabilmente con l’artista visiva Keziat, con la quale ha ideato la performance “Music for your Eyes”, presentata anche a Johannesburg su invito dell’artista sudafricano William Kentridge. Recentemente, su invito della Scuola di Musica di Fiesole, si è esibito a Firenze per il festival Strings City, negli spazi della retrospettiva dedicata a Marina Abramović a Palazzo Strozzi.

INFO

www.violipiano.it

www.venetojazz.com

 

Abbonati a Jazzit a soli 29 euro cliccando qui!