Ultime News
Torna Summertime, la stagione estiva di concerti alla Casa del Jazz

Torna Summertime, la stagione estiva di concerti alla Casa del Jazz

5 giugno 2024

Dal 7 giugno al 6 agosto ritorna Summertime, la stagione estiva prodotta dalla Fondazione Musica per Roma alla Casa del Jazz, che presenta nell’arco di due mesi le migliori proposte del jazz contemporaneo italiano e internazionale, con alcuni focus specifici dedicati ai jazzisti italiani (Italian Stars), alle stelle emergenti (Rising Stars), ai talenti vocali femminili (Sing), alle nuove tendenze (New Waves), alle grandi orchestre (Large Ensembles) e ai virtuosi di pianoforte, basso, chitarra, fiati, corni, sassofoni e batteria (Piano, Bass, Guitar, Horn, Sax, Drums Heroes).

Oltre cinquanta concerti che si susseguiranno sul palcoscenico all’aperto allestito nel parco di Villa Osio a Viale di Porta Ardeatina, con le performance di Fabrizio Bosso, Enrico Pieranunzi Giovanni Falzone con la ONJGT Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti dedicate alla figura di Duke Ellington a cinquant’anni dalla morte.

Giovanni Falzone

«L’ultimo numero della rivista DownBeat, la storica rivista statunitense — dichiara Daniele Pittèri, AD della Fondazione Musica per Roma – ha definito la stagione di concerti estivi della Casa del Jazz “un’esperienza rara non solo per il pubblico, ma anche per i musicisti che vengono a suonare”. A far vivere questa esperienza contribuiscono vari elementi come “l’eccellente acustica, i talenti di altissimo livello in programma nella stagione e l’impatto visuale sbalorditivo del palco allestito all’aperto”. Per noi è motivo di orgoglio e un riconoscimento importante, che ci sprona a fare sempre di più e sempre meglio. Anche quest’anno abbiamo composto un programma variegato e di grandissima qualità, che va dal tributo a musicisti italiani come Dino Piana a quelli dedicati a uno dei padri del jazz, Duke Ellington, in occasione del cinquantesimo anniversario dalla morte, fino alla rassegna New Waves, dedicata alle nuove sonorità e alla contaminazione. Anche quest’anno all’interno di Summertime siamo felici di ospitare la nuova stagione de “I concerti nel Parco”, con i suoi spettacoli tra teatro, canzone, danza, musica classica e world, così da allargare sempre di più il nostro pubblico e stimolare la contaminazione tra pubblici di generi diversi».

Dopo una partenza con un trio stellare formato da uno dei migliori pianisti di oggi, Joey Calderazzo, e da una sezione ritmica che non ha bisogno di presentazioni, ovvero John Patitucci al contrabbasso e Dave Weckl alla batteria (7.06), il primo concerto orchestrale è un tributo dedicato al trombonista e compositore Dino Piana, che proprio lo scorso anno aveva aperto il festival con un omaggio ad Armando Trovajoli. A ricordarlo sarà la jazz orchestra diretta e arrangiata da Franco Piana con gli ospiti speciali Roberto Gatto, Enzo Pietropaoli, Giorgio Rosciglione, Gegè Munari, Bruno Biriaco e Max Ionata (8.06).

Joey Calderazzo/John Patitucci/Dave Weckl – Photo Credit To Roberto Cifarelli

Gli altri concerti che coinvolgono grandi orchestre italiane sono quelli di Fabrizio Bosso About Ten, l’organico con cui Bosso rilegge, grazie agli arrangiamenti di Paolo Silvestri, i grandi maestri del jazz come Duke Ellington e Dizzy Gillespie, oltre a proporre musica originale (10.06), Bridging Eras, progetto della Saint Louis Big Band diretta dal M° Antonio Solimene, con special guest David Linx (14.06) e il tributo speciale di Giovanni Falzone a Duke Ellington, in occasione del cinquantesimo anniversario dalla morte, con la ONJGT Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti, prodotta dalla Fondazione Musica per Roma con la direzione artistica di Paolo Damiani, per valorizzare i nuovi talenti emergenti nel panorama jazzistico italiano (22.06). A fine giugno in arrivo in prima assoluta Enrico Pieranunzi con “Sophisticated Duke”, il suo omaggio a Duke Ellington con il Roma Jazz Ensemble diretto da Michele Corcella e con special guest la cantante Simona Severini (29.06). A luglio invece unica data italiana per una delle big band più acclamate al mondo, che ha ottenuto numerose nomination ai Grammy: la Darcy James Argue’s Secret Society (15.06).

Enrico Pieranunzi – Photo Credit To Elia Falaschi

Tante le stelle del firmamento jazz italiano in programma soprattutto nel mese di giugno: Stefano Di Battista in quintetto presenta il progetto dedicato alla musica italiana “La dolce vita” (17.06), Franco D’Andrea ritorna in trio con Gabriele Evangelista al contrabbasso e Roberto Gatto alla batteria, per presentare un nuovo progetto per Parco della Musica Records (18.06); Javier Girotto & Aires Tango festeggiano i loro trent’anni in musica, ovvero circa mille palchi condivisi tra festival e rassegne in tutto il mondo (21.06); Ada Montellanico propone il progetto “Canto Proibito”, con special guest il trombettista Giovanni Falzone (22.06), Nick the Nightfly e Gegè Telesforo presentano in un doppio concerto i nuovi progetti con le rispettive formazioni, con ospite speciale Ben Sidran (26.06), Paolo Fresu e Rita Marcotulli si incontrano in una straordinaria performance, accomunati dalla loro sensibilità mediterranea (27.06). A luglio, dopo la splendida cantante Chiara Civello (3.07), che presenta un progetto in prima assoluta con orchestra di archi, in arrivo due ambasciatori del jazz italiano in tutto il mondo: Enrico Rava, che ritorna con il nuovo quintetto di giovani talenti Fearless Five per presentare il nuovo disco edito da Parco della Musica Records (9.07) e Paolo Fresu che, insieme al pianista americano Uri Caine, propone un nuovo progetto live (30.07).

Ada Montellanico

Due gli appuntamenti in programma con l’Auditorium Band, la formazione residente capitanata da Gigi De Rienzo dedicata a progetti crossover: “Miles, Jimi e gli altri” (23.06) e “Pino Daniele, un uomo in jazz” (3.08).

Gigi De Rienzo

Tra le voci femminili più rappresentative del panorama jazzistico internazionale presenti al festival ci saranno Meshell Ndegeocello, da poco vincitrice di un Grammy nella categoria “Best Alternative Jazz Album“, che presenta dal vivo per l’unica data italiana il suo mix di influenze soul, funk, reggae, dub rock e jazz (7.07), Cécile McLorin Salvant, nominata due volte ai Grammy nel 2022, cantante, compositrice e artista visiva che coniuga vaudeville, blues, tradizioni popolari di tutto il mondo, teatro, jazz e musica barocca (8.07) e infine l’attesissimo ritorno di Dee Dee Bridgewater, vincitrice di diversi Grammy e Tony Award, che per l’occasione sarà accompagnata dalla Medit Orchestra diretta da Angelo Valori (10.07).

Cécile McLorin Salvant

Numerosi i virtuosi dei loro rispettivi strumenti in arrivo a luglio: tra i pianisti ritorna per la terza volta a Roma nell’arco di pochi mesi Brad Mehldau, all’interno della nuova superband del sassofonista Chris Potter, con John Patitucci al contrabbasso e Jonathan Blake alla batteria (16.07). La pianista giapponese Hiromi si distingue per il virtuosismo tecnico e l’eclettismo del suo approccio alla musica (17.07). Grande attesa per Abdullah Ibrahim, il pianista più illustre del Sud Africa, nonché Maestro rispettato in tutto il mondo (31.07). “A Musical tribute to the legacy of McCoy Tyner” è invece il progetto tributo al grande McCoy Tyner, scomparso nel marzo 2020 all’età di 81 anni, ideato dal suo bassista Avery Sharpe con il pianista Antonio Faraò (12.07). Ad agosto torna Danilo Rea in piano solo (5.08).

Hiromi – Photo Credit To Mari Amita

In programma anche molti grandi virtuosi della sei corde: il nuovo e giovanissimo talento del blues, già vincitore di un Grammy, Christone “Kingfish” Ingram (11.07), Kurt Rosenwinkel, che presenta una superband con ospiti d’eccezione Mark Turner al sassofono, Ben Street al contrabbasso e Jeff Ballard alla batteria (13.07), Marc Ribot in trio con il leggendario organista Greg Lewis e il batterista Joe Dyson (14.07), un maestro di molte generazioni, John Scofield, accompagnato da un altro grande, Dave Holland (19.07), Mark Lettieri, membro di band come Snarky Puppy e The Fearless Flyers (20.07), l’eclettico Mike Stern con la sua band che comprende il trombettista Randy Brecker (21.07) e infine non mancherà uno straordinario talento italiano a chiudere il cerchio, Matteo Mancuso (4.08).

Matteo Mancuso – Photo Credit To Paolo Terlizzi

Tra i Sax Heroes di questa edizione: Chris Potter in quartetto con Brad Mehldau (16.07), Chico Freeman nella superband tributo a McCoy Tyner (12.07), l’astro nascente Walter Smith III in quartetto con Bill Stewart alla batteria (13.07). Tra gli Horn Heroes il trombettista Randy Brecker nella band con Mike Stern (21.07), e il trombonista Steve Turre, presente nel tributo a McCoy Tyner.

Chris Potter – Photo Credit To Dave Stapleton

Per le sezioni ritmiche, tra i tantissimi Bass Heroes e Drums Heroes presenti al festival, ricordiamo i contrabbassisti Dave Holland (19.07), John Patitucci (7.06), Avery Sharpe (12.07) e i batteristi Billy Cobham (6.08), Dave Weckl (7.06) e Ronnie Burrage (12.07).

Billy Cobham – Photo Credit To Paolo Terlizzi

Anche quest’anno ritorna la rassegna dedicata alle nuove tendenze, “New Waves”, con tre serate aperte e chiuse da DJ set, per esplorare le nuove contaminazioni del jazz contemporaneo. Protagonisti di quest’anno, dopo l’anteprima con Meshell Ndegeocello (7.07), due formazioni a sera per un totale di sei set. Si parte con il gruppo afro-futurista Irreversible Entanglements (14.07), per proseguire con il pianista, compositore e producer di base a Londra Nicola Guida e il tributo di Hamid Drake ad Alice Coltrane Turiya (26.07), il dj, produttore discografico e speaker radiofonico Gilles Peterson e il pianista e produttore Alfa Mist (27.07).

Hamid Drake

Tra le Rising Star più rilevanti di questa edizione il sassofonista polacco Maciej Obara (19.06), il batterista Johnathan Blake (5.07), la bassista e compositrice di Detroit Endea Owens (28.07). Due serate saranno dedicate ai Giovani Leoni (12/13.06), ovvero ai talenti emergenti del jazz italiano, e una data speciale a giugno sarà quella della Jazz Campus Orchestra diretta da Massimo Nunzi, progetto in residenza presso la Casa del Jazz, con la volontà di sviluppare nei bambini e nei ragazzi (dai 7 ai 14 anni) l’interesse nei confronti della musica jazz. I due organici dell’orchestra – Kids e Junior – lavorano a un proprio repertorio, fatto di standard jazz e brani appositamente arrangiati. Special guest della serata saranno Gegè Telesforo, Stefano Di Battista e Fabrizio Bosso.

Endea Owens

Dal 1° luglio al 2 agosto si terrà la XXXIV edizione de I Concerti nel Parco, sempre più trasversale ed eclettica, aperta alle contaminazioni tra musica, teatro, attualità, satira, danza e video art. Da segnalare particolarmente a luglio “Nevica sulla mia mano”, con Peppe Servillo e Orchestra Anidride Solforosa, dedicata al grade sodalizio artistico tra Lucio DallaRoberto Roversi (1/07); “Titanic”, talking sull’emergenza climatica mondiale, con Corrado Formigli e Stefano Massini (2/07); lo scoppiettante duo delle Ebbanesis con “Back Steig” (4/07); il “Win the Show” con l’Orchestra Papillon e Caterina Guzzanti, che bandirà la prima lotteria musicale abbinata a un concerto classico (6/07); il grande ritorno a Roma di Igudesman & Joo con “CODA The Final Show” (22/07); la mitica Mônica Salmaso in “Brazilian Lyrical Soul” (23/07), il Balletto di Roma e Jolomi Urundem in “Anima Explora” (24/07); “Della guerra dell’amore degli Ultimi” di Stefano Fresi, che celebra Fabrizio De Andrè cantando e raccontandolo (25/07), “Un uomo chiamato Bob Dylan”, frammenti di vita, di opere e “miracoli” del leggendario songwriter americano in un suggestivo spettacolo di racconti, suoni e visioni, scritto e interpretato dal giornalista, scrittore e musicista Ezio Guaitamacchi, con Davide Van De Sfroos e Andrea Mirò (28.07) e l’attesissimo ritorno a Roma di Ute Lemper in “Time Traveler” (29/07). Ad agosto in programma la nuova conturbante avventura di Filippo Timi con “Salomè” (1/08) e lo spettacolo conclusivo “Prime Donne”, celebrazione del centenario pucciniano con Laura Morante e la giovane promettente soprano Francesca De Blasi (2/08).

INFO

www.casadeljazz.com

www.fondazionemusicaperroma.it

 

Abbonati a Jazzit a soli 29 euro cliccando qui!