Ultime News
Torna Piano City Milano, il festival diffuso di pianoforte

Torna Piano City Milano, il festival diffuso di pianoforte

12 maggio 2024

Dal 17 al 19 maggio torna Piano City Milano, il primo festival diffuso di pianoforte a Milano, che riempie la città di musica con concerti a ingresso gratuito in parchi, piazze, cortili, case e tanti altri luoghi inconsueti, che aprono al pubblico per l’occasione.

Piano City Milano nasce nel 2011 come primo festival diffuso della città e contribuisce all’onda di vitalità e alle sperimentazioni urbane e culturali che hanno portato Milano a diventare la vibrante metropoli europea che è oggi.

Promosso e realizzato da Associazione Piano City Milano insieme al Comune di Milano, a cura di Ponderosa Music&Art e hdemia e con il sostegno del Ministero della Cultura, Piano City Milano per la nuova edizione conta un’eccezionale offerta di oltre 270 concerti diffusi in tutta la città di Milano e oltre. Più di 270 artisti si esibiranno in oltre 150 diverse location, regalando al pubblico emozioni indimenticabili attraverso le magiche note del pianoforte.

Questa manifestazione unica nel suo genere coinvolge istituzioni, associazioni, partner e cittadini, contribuendo a rendere la città sempre più dinamica grazie alla musica e a un programma articolato che abbraccia l’intero territorio. Un progetto portato avanti con passione dai direttori artistici Ricciarda Belgiojoso e Titti Santini.

«Piano City ha il merito di portare la grande musica da pianoforte in tutta la città – commenta il Sindaco di Milano Giuseppe Sala – e così vie, cortili, biblioteche, musei e tanti luoghi insoliti e che non ci si aspetta, anche quest’anno, saranno il teatro diffuso di questa straordinaria manifestazione. Un festival internazionale di qualità, che siamo felici di ritrovare a ogni edizione con un programma sempre interessante e coinvolgente, grazie a bravissimi interpreti e compositori che sanno far risuonare Milano di emozioni in musica».

«Piano City Milano giunge alla sua 14ª edizione e, come ogni volta, celebra la musica e al tempo stesso la grande vitalità della nostra città – dichiara l’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi – Ogni primavera infatti Milano attende questa rassegna unica nel suo genere, che diventa realtà grazie alla sinergia fra istituzioni pubbliche e private, e partecipa con passione a tutti gli appuntamenti in calendario. Quest’anno, oltre 270 concerti in più di 150 location diffuse in città: un’occasione straordinaria anche per scoprire, inseguendo le note di un pianoforte, nuovi spazi e angoli di Milano».

«L’intensa emozione diffusa da Piano City Milano è il risultato di una straordinaria collaborazione corale di istituzioni, partner, associazioni e singoli cittadini: ognuno partecipa a una trasformazione quasi surreale del territorio, dove sono i pianoforti ad andare incontro al pubblico, toccando ogni angolo di ogni quartiere, dai giardini ai musei, dai luoghi del sociale alle abitazioni – afferma la direttrice artistica Ricciarda Belgiojoso – Risuonano così le note di pianisti fantastici, star internazionali e giovani promesse, con tanti programmi inediti. Gli eventi sono numerosi e ognuno di essi è prezioso: un grande grazie va a coloro che ci permettono di scatenare questa ondata di musica, che ci fa sentire tutti parte di una città davvero vivace».

Piano City Milano prende vita grazie a un’intensa collaborazione fra istituzioni pubbliche e imprese private, che permette al festival di essere accessibile gratuitamente e presente in ogni zona della città. Un esempio di sinergia straordinaria che coinvolge il Comune di Milano – Assessorato alla Cultura con prestigiose istituzioni come GAM Galleria d’Arte Moderna Milano, Pinacoteca di Brera, Triennale Milano Teatro, ADI Design Museum, Teatro alla Scala, Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano, Accademia di Belle Arti di Brera, FAI Fondo Ambiente Italiano, Fondazione Accademia Internazionale di Imola “Incontri con il Maestro”, Premio Venezia, Civica Scuola di Musica C. Abbado e i Civici Corsi di Jazz, Conservatorio G. Donizetti di Bergamo, Milano Musica, Fondazione La Società dei Concerti, Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Pavia, Museo Civico Archeologico, Museo Bagatti Valsecchi, MIC Museo Interattivo del Cinema e Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci.

Per questa edizione Corriere della Sera è main partner; Intesa Sanpaolo, partner della manifestazione dalla prima edizione, Volvo e Chandon Garden Spritz sono partner; Humanitas Medical Care è partner scientifico; Ippodromo Snai San Siro, Armani / Silos, Hermès, Conad, Milano Certosa District, Monterosa 91 e Agnona sono supporter; Trenord è travel partner; Message è sustainability partner. Partner tecnici imprescindibili sono: Griffa Pianoforti, Steinway & Sons, Tagliabue, Yamaha, Kawai, Schimmel Pianos, Tarantino Pianoforti, Serazio Pianoforti, Zanta.

Media partner dell’evento sono Radio Capital, ViviMilano, Zero, Classica HD, Club Milano, Pianosolo e Mi-Tomorrow, Music Paper, Lucy. Sulla cultura, Mymilano, Mentelocale. Con la collaborazione di YESMILANO.

Il festival viene realizzato anche grazie alla collaborazione di: Apple Music Classical, Consorzio Cooperative Lavoratori, Geberit, DICE, IED – Istituto Europeo di Design, Investire, Ca’ Granda, Hermès per i talenti.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti e a ingresso libero fino a esaurimento posti, salvo diverse indicazioni sul programma. Eventuali prenotazioni potranno essere effettuate sul sito ufficiale della manifestazione a partire da martedì 7 maggio dalle ore 12.00.

INAUGURAZIONE

Sarà il film-concerto “Ryuichi Sakamoto | Opus” ad aprire ufficialmente il festival nel parco della Galleria d’Arte di Moderna di Milano venerdì 17 maggio alle 21.30. L’evento sarà la prima tappa di un tour che vedrà il lungometraggio proiettato nei teatri italiani per far rivivere la musica di Sakamoto all’interno dei suoi luoghi d’elezione e di festival dedicati alla musica.

Diretto da Neo Sora, il film-concerto (nonché ultima performance di Sakamoto) celebra il lavoro del leggendario compositore, scomparso lo scorso anno. Curati da Sakamoto stesso e presentati nell’ordine da lui deciso, i venti pezzi eseguiti nel film narrano la sua vita in musica senza ricorrere alle parole. Girato in uno spazio intimo con i suoi collaboratori più fidati, Sakamoto ha messo a nudo la sua anima attraverso la musica, sapendo che sarebbe stata forse la sua ultima occasione di presentare la sua arte, e grazie a questo film-concerto ci permette di riscoprirlo e di continuare ad apprezzarlo come talento unico al mondo.

GAM – MAIN STAGE

Il centro vitale di Piano City Milano è il parco della GAM – Galleria D’Arte Moderna Milano, che ospiterà artisti di fama nazionale e internazionale per tutto il festival.

Sabato 18 maggio i concerti del main stage si aprono alle 20.00 con Costanza Principe e musiche di Wieck, Schumann e Beethoven, seguita alle 21.00 da Moritz Fasbender con la sua musica che va oltre il convenzionale con l’uso dell’elettronica. Alle 22.00 Omar Sosa e Marialy Pacheco si esibiranno in un dialogo musicale con due pianoforti, e alle 23.00 torna sul palco Costanza Principe insieme a Federico Nicoletta con Rhapsody in blue di George Gershwin, per celebrarne il centenario. A mezzanotte sale sul palco Mezerg per una sessione elettronica tutta da ballare.

Omar Sosa e Marialy Pacheco

Domenica 19 maggio alle 20.00 Marco Mezquida mescola jazz d’avanguardia e tecniche estese con canzoni folk. Alle 21.00 sarà la volta di Jamie Saft, pianista e producer newyorkese. La chiusura del festival è alle 22.00 con il grande Rick Wakeman, noto esponente del progressive rock degli anni Settanta.

Jamie Saft

GAM – PIANO LAGHETTO e PIANO GIARDINO

Nel corso delle giornate di sabato 18 e domenica 19 maggio, il parco della GAM – Galleria D’Arte Moderna Milano ospita concerti in due postazioni: Piano Laghetto e Piano Giardino.

A Piano Laghetto i concerti iniziano sabato 18 alle 10.30 con il pianista ucraino Nik Sheva, in un concerto per la pace. Alle 12.10 Michele Fedrigotti si esibirà in un concerto tra classica e musiche originali. Segue l’eccezionale anteprima del progetto dedicato a Brahms in collaborazione con l’Accademia Pianistica della Fondazione Accademia Internazionale di Imola Incontri con il Maestro, con Gabriele Laura e Guido Orso Coppin.

Guido Orso Coppin

I primi concerti di domenica 19 vedono protagonisti i vincitori del Premio Venezia: alle 10.30 il quarto classificato Daniele Giuseppe Marco, seguito dal secondo classificato Jakob Aumiller alle 12.10 e dal primo classificato Giacomo Menegardi alle 14.50 (quest’ultimo concerto in collaborazione con Nòva generazione creativa). Alle 16.30 salirà sul palco Takahiro Yoshikawa, noto per la sua attività concertistica sia in Italia sia in Giappone.

Takahiro Yoshikawa

A Piano Giardino sabato 18 alle 11.20 Valentina Messa esegue “Schumann – la traccia della parola”. Alle 13.00 è il turno del quinto classificato al Premio Venezia 2023 Antonio Tommaso Nastasi, seguito da Wataru Mashimo, per la continuazione del progetto Brahms in collaborazione con l’Accademia Pianistica della Fondazione Accademia Internazionale di Imola Incontri con il Maestro.

Antonio Tommaso Nastasi

Domenica 19 alle 11.20 andrà in scena il terzo classificato al Premio Venezia Fulvio Nicolosi, seguito alle 13.00 da Mayaka Nagakawa, concerto in collaborazione con Nòva generazione creativa. Alle 15.40 tornano le storie jazz di Gaetano Liguori e alle 17.20 le musiche originali del pianista giapponese Hideyuki Hashimoto.

Hideyuki Hashimoto

Anche quest’anno Intesa Sanpaolo sostiene Piano City Milano, narrando una storia particolare tramite alcuni dei protagonisti di questa edizione. Intesa Sanpaolo ha sempre creduto nell’importanza di Piano City per la città, ritenendolo un evento di attivazione culturale e territoriale che unisce, attraverso la musica, luoghi diversi, comunità e quartieri.

Nei pressi della GAM – Galleria D’Arte Moderna Milano, Geberit presenterà una selezione dei suoi prodotti di punta caratterizzati da design e funzionalità innovativi, offrendo la possibilità di testare quella qualità ed eccellenza che da anni distingue il marchio, leader nel settore dei prodotti sanitari con la sua vocazione all’innalzamento continuo degli standard di comfort all’interno dell’ambiente bagno.

Al pubblico di Piano Laghetto e Piano Giardino, Conad riserva il tradizionale cestino della merenda, dedicato ai quartieri e ai suoi cittadini. A tutti verranno donati buoni sconto cumulabili e spendibili presso tutti i punti vendita associati alla rete commerciale Commercianti Indipendenti Associati Conad nel Comune di Milano. L’iniziativa fonda le sue basi sulla condivisione di valori tra Piano City Milano e Conad nei riguardi del sostegno alle comunità locali.

ALBA

Domenica 19 all’alba, alle 5.00, al Teatro Continuo di Alberto Burri del Parco Sempione Ji Liu sveglierà la città di Milano con musiche classiche e contemporanee. Stimato a livello internazionale, il pianista e compositore accompagnerà il risveglio con le note di Philip Glass, Schubert e con la prima esecuzione di un suo nuovo brano.

CITY CONCERT

Nell’elegante ambiente del Volvo Studio Milano, spazio di ispirazione scandinava, si terranno quattro appuntamenti tra tradizione e innovazione. Venerdì 17 maggio alle 19.00 Nicola Piovani andrà in scena con una Piano Lesson sul ruolo del pianoforte nella musica da film, mentre sabato 18 maggio alle 15.00 ci sarà il concerto di Vince Pope, autore delle colonne sonore della pluripremiata serie inglese Black Mirror. Doppio appuntamento invece per domenica 19 maggio: alle 15.00 Marlene Wakana Tanaka si esibirà con un programma dedicato a Mozart, Chopin e Schumann e alle 19.00 Alan Clark terrà una Piano Lesson con protagonista il suo ultimo album “Backstory”.

Nicola Piovani

Al Garden Senato Milano, in orario brunch e aperitivo, andranno in scena quattro concerti sia sabato 18 che domenica 19 maggio: apre Elena Lasala con un programma di musica latino-americana per pianoforte e segue il concerto di Frida Bollani Magoni. Il giorno seguente alle 12.00 il Duo Ondine salirà sul palco con un programma incentrato sui balletti russi, mentre al tramonto arriva Alberto Bof, noto a livello internazionale per aver arrangiato il brano multiplatino Shallow di Lady Gaga e Bradley Cooper, colonna sonora del film A Star Is Born. I concerti sono realizzati in collaborazione con Chandon Garden Spritz, un drink ready to serve della winery Chandon in Argentina, caratterizzato da una sofisticata cuvée Brut di alta qualità dello spumante Chandon, a cui viene aggiunto un liquore all’arancia che prevede un mix di arance, erbe e spezie.

Alberto Bof

All’Ippodromo Snai San Siro, l’impianto di proprietà di Snaitech, sabato 18 maggio alle 18.30 sotto il Cavallo di Leonardo sarà la volta della musica dei Beatles con Fabrizio Grecchi, mentre domenica doppio appuntamento musicale con i concerti di Lorenzo Tosarelli alle 11.00 alla Palazzina del Peso e di Giulia Mazzoni alle 15.30 alla Tribuna Principale.

Lorenzo Tosarelli

Nel magnifico cortile della Pinacoteca di Brera, domenica 19 alle 21.00 si terrà il concerto a due pianoforti con Danilo Rea e Dado Moroni, uno spettacolo inedito con improvvisazioni su brani classici, standard jazz e qualche pezzo pop rivisitato. La serata in Pinacoteca è preceduta da altri quattro concerti a due pianoforti: alle 16.00 il Duo Tolomelli-Castellani, alle 17.00 Ginevra Costantini Negri, Virginia Benini, Angelica Roblin e Giulio Corrado presentano “Pianista: sostantivo femminile”, alle 18.30 in programma il Duo Puiu e alle 19.30 “Piani diversi”, con Ricciarda Belgiojoso ed Enrico Intra, in un dialogo tra classica e jazz.

L’acclamato pianista Pierre-Laurent Aimard, per la prima volta a Piano City Milano, porta il “Catalogue d’Oiseaux” di Olivier Messiaen, con un ciclo di quattro appuntamenti che si apre sabato 18 alle 12.00 con una sua Piano Lesson nel Ridotto dei Palchi del Teatro alla Scala e prosegue domenica 19 in un giardino segreto (l’indirizzo sarà comunicato a seguito della prenotazione) con tre appuntamenti distinti: “Catalogue d’Oiseaux: alba” alle 7.30, “Catalogue d’Oiseaux: tramonto” alle 19.00 e “Catalogue d’Oiseaux: notte” alle 23.30, in sintonia con i canti degli uccelli dei tre diversi momenti della giornata.

Pierre-Laurent Aimard

Ogni anno Piano City Milano si rinnova con l’introduzione di nuovi luoghi da scoprire nel suo ricco programma per il suo fedele pubblico. Armani / Silos, che per la prima volta aderisce all’iniziativa, ospiterà Büsra Kayıkçı. I suggestivi spazi espositivi faranno da sfondo al concerto della giovane artista turca.

Büsra Kayıkçı

Come Piano City Milano ha rivoluzionato il panorama musicale milanese portando la musica in piazze, cortili e case, Humanitas Medical Care avvicina la cura alle persone con poliambulatori in contesti accessibili. Musica, cura e ricerca si incontrano e superano ogni barriera in questa occasione per un concerto per sola mano sinistra di Yasuyo Segawa, in programma domenica 19 alle 11.30 presso il centro Humanitas Medical Care di piazza De Angeli.

Yasuyo Segawa

Ad accompagnare gli eventi principali e a ricordare la possibilità di destinare il proprio 5×1000 a Fondazione Humanitas per la Ricerca, si terrà la mostra con i volti e i gesti di medici, infermieri e ricercatori Humanitas, ritratti dall’obiettivo di Maki Galimberti.

Agnona apre il suo showroom per “Soundscapes”, un’esperienza unica che combina suoni ancestrali e pianoforte, offrendo un momento di rilassamento e rigenerazione. Agli appuntamenti di sabato 18 alle 21.00 e di domenica 19 alle 7.00 sarà possibile conciliare meditazione e musica con i concerti in duo di Francesco Taskayali e Larissa Giers.

Francesco Taskayali

In Via Monterosa 91, ex sede de Il Sole 24 Ore, nella piazza interna dello spazio realizzato da Renzo Piano, andrà in scena il concerto di JB Dunckel, musicista e cantante francese noto per far parte del duo di musica elettronica AIR. L’appuntamento è previsto per sabato 18 alle 11.00.

Milano Certosa District è il distretto oggetto di un importante progetto di riqualificazione promosso dalla società di sviluppo immobiliare RealStep. La trasformazione è guidata da una visione centrata sul miglioramento della qualità della vita, combinando sostenibilità, innovazione e benessere collettivo. In questo spazio il programma prevede tre concerti, tutti domenica 19: alle 12.00 Enrico Pesce con musiche originali in stile crossover, alle 17.00 Alberto Fiorino con il programma “Piano Egos”, basato su un percorso di ricerca musicale in condivisione con il pubblico, e alle 19.00 l’omaggio ai Coldplay di Francesco Parrino.

Francesco Parrino

Dalle 11.30 alle 15.30 al Museo Bagatti Valsecchi si terrà un programma speciale dedicato a Parigi. Due secoli di pianoforte con i giovani talenti del Conservatorio G. Donizetti di Bergamo, progetto realizzato grazie a Hermès nell’ambito del progetto H.Y.T.A. (Hermès Young Talent Academy), frutto dell’attenzione che Hermès dedica da sempre ai talenti musicali emergenti.

Anche quest’anno si terranno tanti concerti in spazi di condivisione e inclusione sociale: AUTelier Cooperativa Sociale, associazione di promozione sociale che valorizza le potenzialità di adolescenti e giovani adulti affetti da disturbi dello spettro autistico, ospita sabato 18 alle 12.00 un concerto di Paolo Ricca. All’Istituto Palazzolo della Fondazione Don Gnocchi Mevio Di Federico suonerà sabato 18 alle 11.00, mentre al Carcere di Bollate – Seconda Casa di Reclusione di Bollate sabato 18 alle 15.00 Antonio Davì presenta un excursus musicale da Mozart a Gershwin.

Antonio Davì

In collaborazione con Consorzio Cooperative Lavoratori, sabato 18 alle 17.00 in Piazzale della Cooperazione (Zoia), in programma il Duo Ad Parnassus, con un viaggio tra le colonne sonore da Buenos Aires a Hollywood, mentre domenica 19, alle 17.30 in via Pitteri presso Cohabitat, ci sarà Laura Fedele con il suo concerto “Pieces for peace”.

Sabato 18 alle 15.00 a BASE Milano la pianista Elena Chiavegato presenta le “Donne romantiche”, in collaborazione con WeWorld. Domenica 19, alle 17.00 alla Fondazione Pasquale Battista, Marino Nahon esegue Mendelssohn e Schubert, mentre alla Casa dell’Accoglienza Enzo Jannacci Roberto Cacciapaglia presenta il suo ultimo disco in dialogo con Arnoldo Mosca Mondadori.

Roberto Cacciapaglia

In occasione del 30° compleanno di Emergency, a Casa EMERGENCY si festeggia domenica 19 con diverse iniziative in musica: tre laboratori pensati per i più piccoli con i toy piano a iscrizione libera e uno speciale nuovo concerto per pianoforte e orchestra di 30 toy piano commissionato dal festival al giovane e brillante Thomas Umbaca, che sarà eseguito da lui stesso con la Toy Piano Orchestra di Piano City Milano. Inoltre, alle 19.00 ci sarà il concerto dell’artista con musiche originali tratte dal suo ultimo album “Umbaka”.

Thomas Umbaca

Sabato 18 all’ADI Design Museum andranno in scena quattro diverse proposte musicali, con nuova musica in uno dei musei più importanti d’Europa dedicati al design: alle 11.00 Bruna Di Virgilio eseguirà musica contemporanea, alle 14.30 Gloria Campaner interpreta la prima esecuzione assoluta del nuovo brano di Michele Tadini Aperto Continuo Furioso Estatico, ispirato a Erik Satie, presentata da Enzo Gentile. Alle 16.30 Alessandro Commellato e Francesco Cataluccio propongono il Piano Reading “Segreti inconfessabili”, con musiche di Chopin e Szymanowski, e alle 18.30 Vincenzo Pasquariello esegue la prima di Looking for me (Tokyo 2020), oltre a Chopin e Scriabin.

Gloria Campaner

Nella Sala di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Brera domenica 19, dalle 10.00 alle 11.30, ci sarà un omaggio a György Kurtág, a cura di Mariagrazia Bellocchio, con giovani talenti. Dalle 11.30 alle 13.00 i Young Performers del Divertimento Ensemble propongono uno sguardo alla musica dal secondo Novecento. Alle 13.30 Luca Schieppati, con il suo programma “Recondite armonie” celebra il centenario dalla scomparsa di Giacomo Puccini con composizioni del grande operista traslate al pianoforte. Alle 15.00 il Premio Hermès per i talenti 2022 Alessio Masi esegue musiche di Nino Rota accanto a colonne sonore tratte da noti videogiochi e altri autori.

Alessio Masi

Domenica 19 Triennale Milano Teatro ospita alcune Piano Lesson e due concerti: alle 11.00 Orazio Sciortino e Paolo Salvi analizzano Humoreske op.20 di Schumann, alle 13.00 il Prof. Pietro Zappalà del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Pavia presenta “L’autopiano e Puccini”, alle 15.00 Emanuele Ferrari racconta ed esegue i tre preludi di George Gershwin. Dalle 17.00 alle 19.00 va in scena il viaggio musicale di Antonio Ballista “Shortcuts”, con cinquanta brevissimi pezzi musicali di cinquanta autori: una storia della musica dal Settecento ad oggi in due ore. Alle 19.00 Demian Dorelli suona il suo nuovo album appena uscito, “A romance of many dimensions”, ispirato a “Flatlandia” di Edwin A. Abbott.

Demian Dorelli

Il Museo Civico Archeologico, sabato 18 alle 10.30, ospita Luca Ciammarughi per un percorso sulle tracce di Schubert. Al MIC – Museo Interattivo del Cinema, domenica 19 alle 15.00, Luigi Nicolini si esibisce con il suo progetto “Visioni, viaggio nella musica da film”. La musica di Puccini torna al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci per un concerto a cura del Conservatorio di Milano domenica 19 alle 18.00.

Luca Ciammarughi

Alla Sala Puccini del Conservatorio di Milano gli allievi del Conservatorio G. Verdi di Milano suonano un programma dal titolo “D’arte e d’amore. Musica pianistica per il centenario pucciniano”.

La Civica Scuola di Musica C. Abbado presenta al pubblico di Piano City Milano i suoi giovani talenti, sabato 18 e domenica 19 dalle 10.00 alle 22.00, all’Auditorium Lattuada.

I pianoforti di Piano City Milano trovano ospitalità anche all’Hilton Milan di via Galvani, sabato 18 alle ore 18.00, con Gregory Burk. Sempre alle 18.00, al Senato Hotel Milano, si terrà il concerto di jazz e musiche originali di Nico Morelli, mentre alle 20.00 Chopin e Liszt risuonano nello spazio grazie a Eliana Grasso. Domenica 19 alle 16.00 Sheraton Milan San Siro propone il concerto di Simone Sassu, mentre presso Sheraton Diana Majestic sarà possibile ascoltare le composizioni originali di Isabella Turso. The Westin Palace dà spazio a Danilo Remo Venturoli con il suo omaggio a Gino Paoli, mentre al 21 House of Stories Navigli, domenica 19 alle 17.00, salirà sul palco Antonio Vivenzio.

Gregory Burk

Piano City Milano è sempre stata al fianco dei più piccoli. Quest’anno i progetti speciali a loro dedicati si svolgono in sette scuole dell’infanzia, in collaborazione con l’Associazione “Diamo il La” in diversi quartieri della città, da Porta Nuova a Quarto Oggiaro, con pianisti quali Enrica Ciccarelli, Mell Morcone e Fabrizio Grecchi.

I bambini della fascia 0-6 anni sono invitati a iscriversi ai laboratori LABZEROSEI di Parco Trotter, spazio multidisciplinare e innovativo del Comune di Milano che ha l’intento di accogliere e coinvolgere tutti i bambini e le bambine, le loro famiglie e le scuole della città di Milano. I laboratori, a cura di Ricordi Music School, si terranno sabato 18 alle 11.00, alle 14.30 e alle 16.30.

Venerdì 17, alle 16.30 al Liceo Virgilio, Mariangela Vacatello presenterà con Marco Momi il nuovo concerto “Kinderszenen” da lui composto, in collaborazione con Milano Musica. Il giovane talento Antonio Alessandri suonerà allo IULM venerdì 17 alle 18.00, mentre sabato 18 alle 10.30 presso lo IED Marco Rota eseguirà un medley di musiche italiane e internazionali, seguito alle 12.00 dalle musiche originali di Luigi Esposito.

Marco Rota

Sabato 18 alle 10.30, presso Cascina Cuccagna, andranno in scena gli echi naturalistici di Andor Sanderson. Alla Rotonda della Besana, sabato 18 dalle 11.30 alle 17.30, i pianisti di Pianofriends presentano il programma “Ferruccio Busoni e il suo tempo”, seguiti alle 18.30 da Federico Nicoletta con un programma classico e alle 19.30 da Francesco Grillo con brani tratti dal suo nuovo album. Sabato 18 alle 14.30, alla Biblioteca Calvairate, concerto di musica jazz con Alice Albicini, mentre alla Biblioteca del Grano, lo stesso giorno alle 16.30, suona Gianluca Mancini. Bosco In Città si prepara a un viaggio nell’immaginario romantico con il Duo Palmas, che si terrà domenica 19 alle 11.00.

Alice Albicini

Al The Medelan, sabato 18 alle 16.00, Yazan Grezelin propone un programma che va dal tardo romanticismo ai giorni d’oggi, in collaborazione con lo Studio legale K&L Gates. Christian Schmidt e Silvia Bellani si esibiscono al Labirinto delle Essenze di Bodio Center sabato 18 alle 17.00. Il concerto di Paolo Ehremheim in Via Vigentina 31, sabato 18 alle 10.30, è realizzato in collaborazione con FAI Fondo Ambiente Italiano, in una tipica casa di ringhiera milanese. Nel cortile di Via Zanoli 15 si esibirà Bruno Mereu. Domenica 19 alle 11.00, Dario Lutrino è al Villaggio Barona con “Suoni delle Stelle”, una selezione di musica pop italiana e internazionale. Domenica 19, alle 14.30, le musiche di Ennio Morricone saranno interpretate da Marcelo Cesena a Bramante 13, un immobile storicamente di proprietà del Policlinico di Milano e parte di un vasto progetto di social housing che include un significativo intervento di rigenerazione urbana, mirato a soddisfare le crescenti esigenze abitative di Milano.

Yazan Grezelin

Piano City Milano trasforma gli spazi domestici e i cortili privati in luoghi d’incontro e performance musicali con gli House Concert, offrendo appuntamenti gratuiti (su prenotazione) che portano la musica direttamente nella vita quotidiana dei milanesi. Con diciotto eventi unici il festival espande la sua presenza nei quartieri, con concerti che narrano storie attraverso il pianoforte, coinvolgendo artisti e pubblico nell’innovazione culturale e nella rigenerazione urbana.

Il programma si arricchisce inoltre con numerose proposte spontanee delle diverse associazioni che popolano il territorio, grazie ai Guest Concert. Piano City Milano va anche oltre i confini della città, portando la musica in tutta la Lombardia, da Lodi a Pieve Emanuele.

ANTEPRIMA

Giovedì 16 maggio ritorna la speciale anteprima di Piano City Milano offerta da Apple Music Classical, questa volta nella splendida cornice di Villa Necchi Campiglio, con Alexis Ffrench, uno degli artisti classici più ricercati al mondo. Venerdì 17 maggio alle 18.30, inoltre, Apple Piazza Liberty ospiterà Damiano Afrifa in una piano lesson su Franz Schubert e Ludwig van Beethoven.

Alexis Ffrench

Durante Piano City Milano sarà possibile contribuire alla misurazione dell’impatto ambientale della manifestazione – tema da anni al centro dell’attenzione del festival – grazie al questionario sulla mobilità dei partecipanti, realizzato in collaborazione con Message.

Dal 17 al 19 maggio Trenord offre l’opportunità di viaggiare con un biglietto giornaliero da qualsiasi stazione della Lombardia al costo di 13 euro, grazie alla formula “biglietto Piano City Milano 2024”. Ulteriori informazioni saranno disponibili su trenord.it/giteintreno – Cluster “Divertimento&Relax” e su App Trenord.

INFO

www.pianocitymilano.it

 

Abbonati a Jazzit a soli 29 euro cliccando qui!