Ultime News

Tolfa Jazz 2023: il festival all’insegna della sostenibilità e della valorizzazione del territorio

Tolfa Jazz 2023: il festival all’insegna della sostenibilità e della valorizzazione del territorio

15 luglio 2023

Il 22 e il 23 luglio torna il Tolfa Jazz Festival, giunto quest’anno alla sua XIV edizione, in una veste totalmente rinnovata. L’evento, organizzato dall’associazione Tolfa Jazz APS e dal Comune di Tolfa, da sempre mira alla promozione della musica jazz, valorizzando il patrimonio culturale, storico-artistico e ambientale del territorio.

Nella suggestiva cornice dell’Anfiteatro Pompilio Tagliani, all’interno della Villa Comunale di Tolfa, andrà in scena l’edizione più sostenibile di sempre: quattro concerti, con posti limitati e un biglietto d’ingresso a prezzo popolare, dove si esibiranno i migliori musicisti della scena internazionale.

Il Tolfa Jazz 2023 si svolgerà in una formula rivisitata rispetto alle passate edizioni. Gli appuntamenti musicali saranno più ‘intimi’, non più street band e concerti in strada, ma l’affermazione di un principio: promuovere un festival sostenibile che mira a diffondere la cultura e a valorizzare il proprio territorio, offrendo un’altissima qualità di proposte musicali.

Si inizia sabato 22 luglio nel segno della solidarietà al femminile con la violoncellista, polistrumentista e compositrice Naomi Berrill, protagonista di una concerto a sostegno di Komen Italia per la lotta ai tumori del seno. L’autrice e cantante irlandese, che si è esibita in tutta Europa sia in ambito classico che jazz in prestigiosi contesti, con la sua musica vuole portare un messaggio importante: «Ogni donna nella sua quotidianità può essere eroica e avventurosa, senza bisogno di solcare mari e oceani», parole dedicate a tutte le donne che lottano contro la malattia.

A seguire, riflettori puntati su Mighty Mo Rodgers band with horns. Mighty Mo Rodgers è un tastierista, cantante, compositore e produttore discografico di Los Angeles, famoso per il suo “Metaphysical Blues”. Con il proprio stile soul e blues, tra invettive vocali e ritmiche, nei testi parla di tematiche sociali della comunità nera. Le sue influenze giovanili sono state Aretha Franklin, Otis Redding, Sam & Dave, Willie Dixon. A Tolfa Jazz sarà accompagnato da una formidabile band, tra cui spiccano il sassofonista americano Sax Gordon e il raffinato chitarrista Luca Giordano, vero talento italiano affermato a livello internazionale.

Domenica 23 luglio sarà la volta di Le Mani Avanti, coro a cappella di trenta elementi, diretto da Gabriele D’Angelo. Il repertorio del gruppo spazia tra il soul e il pop/rock, da Michael Jackson a Florence and the machine, da Beyoncè a Ivano Fossati. Al Tolfa Jazz, Le Mani Avanti porteranno in scena i brani più rappresentativi del loro repertorio, in un percorso che darà voce sia al loro stile musicale che al loro impegno nel divulgare temi importanti sul piano etico e dei diritti civili.

A chiudere la XIV edizione del festival sarà un vecchio amico del Tolfa Jazz: Fabrizio Bosso, un nome capace di catalizzare l’attenzione di tutta la comunità jazzistica internazionale. Con “We Wonder”, lo straordinario trombettista e il suo quartetto renderanno omaggio al genio di Stevie Wonder in un concerto da non perdere.

Per deliziare il pubblico con specialità, sapori e tradizioni di un territorio ancora legato alla terra e ai suoi prodotti più semplici, all’interno della Villa Comunale saranno allestiti stand gastronomici e una degustazione di vini prodotti da aziende del litorale laziale, oltre a un’accurata selezione di birre artigianali.

Al Tolfa Jazz la musica non è solo suonata, ma anche “creata”. Il festival ospita infatti “Parole Spartite”, l’esclusiva installazione artistica creata da Alessandra Degni (Agù) e Simona Sarti, in cui un filo bianco e nero traccia un immaginario spartito composto da tanti pensieri.

INFO

www.tolfajazz.com