Ultime News

Scrivere in Jazz 2022 – Concorso internazionale di composizione e arrangiamento per orchestra jazz

Scrivere in Jazz 2022 – Concorso internazionale di composizione e arrangiamento per orchestra jazz

Scrivere in Jazz è un concorso biennale di composizione e arrangiamento per orchestra jazz, ideato e realizzato dall’Associazione Blue Note Orchestra, che dal 1991 offre ai compositori di qualsiasi estrazione artistica e provenienza geografica la possibilità di confrontarsi con la composizione di brani e arrangiamenti per un organico strumentale di diciotto elementi, quale è l’Orchestra Jazz della Sardegna, composta da Gavino Mele (direzione), Gian Piero Carta (sax soprano, sax contralto), Dante Casu (sax contralto, clarinetto), Massimo Carboni (sax tenore), Luca Chessa (sax tenore), Marco Maiore (sax baritono), Luca Uras (tromba), Emanuele Dau (tromba), Pietro Pilo (tromba), Giovanni Sanna Passino (tromba), Michele Garofalo (corno), Roberto Chelo (corno),  Salvatore Moraccini (trombone), Salvatore Serra (trombone), Antonio Pitzoi (chitarra), Mariano Tedde (pianoforte), Alessandro Zolo (contrabbasso) e Luca Piana (batteria).

Un’apposita commissione di esperti selezionerà le performances degli esecutori e le migliori composizioni che, nel corso delle serate finali della manifestazione, saranno eseguite dal vivo dall’Orchestra Jazz della Sardegna, alla presenza dei musicisti e compositori stessi.

La proclamazione dei vincitori avverrà nel corso della serata finale da parte della giuria, composta dagli stessi componenti della commissione selezionatrice e integrata da altri prestigiosi musicisti ed esperti. Un gettone di presenza verrà assegnato ad ogni compositore finalista presente alla manifestazione.

Scrivere in Jazz ha da sempre suscitato l’interesse di moltissimi musicisti; le varie edizioni sono state caratterizzate dalla partecipazione di centinaia di composizioni provenienti da Argentina, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Croazia, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Macedonia, Messico, Olanda, Polonia, Portogallo, Spagna, Stati Uniti, Svizzera e Ungheria.

La manifestazione, unica nel suo genere in Europa, è organizzata dall’Associazione Blue Note Orchestra, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Sassari e si avvale del contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dell’Assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Sardegna e della Fondazione di Sardegna.

Dopo avere ospitato centinaia di arrangiatori e compositori da tutto il mondo, il concorso si ripropone quest’anno con le sezioni che ne hanno decretato il successo, ospitando sia le composizioni libere che quelle ispirate a una forma musicale della tradizione sarda (quest’anno la “Tasgia“). La terza sezione, dedicata all’arrangiamento, avrà invece come tema la musica del compositore, sassofonista e clarinettista Gianluigi Trovesi.

La novità di questa edizione 2022 è inoltre la sezione composizioni originali dedicata esclusivamente a studentesse e studenti iscritti ai conservatori italiani e stranieri, la cui partecipazione è stata sorprendente.

La commissione selezionatrice, composta da musicisti-esperti tra i più rappresentativi del mondo delle big band, che ha sottoposto a un’attenta analisi le decine di composizioni e arrangiamenti in concorso, è come sempre di altissima qualità: Duccio Bertini, Gabriele Comeglio, Michele Corcella, Mario Corvini, Riccardo Fassi, Corrado Guarino, Pino Jodice, Mario Raja e Marco Tiso.

Sono nove le composizioni finaliste di quest’anno, tra cui tre composizioni ammesse alle finali nella sezione dedicata ad elaborazioni di composizioni basate sulla “Tasgia”Betsabea del pugliese Gabriele Di Franco, Bonorva del toscano Leonardo Prunetti e TB del molisano Nicola Corso. Le tre composizioni a tema libero sono invece: Renegade dell’austriaco di Graz Tobias Hoffmann, studente presso Kunstuniversität di Graz, Sam della romana Laura Giulia Veltri, studentessa del Det Jyske Musikkonservatorium di Aarhus (Danimarca) e Seeds di Francesco Spinazza di Spoleto, studente presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano.

Infine sono i tre finalisti della sezione dedicata agli arrangiamenti di brani di Gianluigi Trovesi: l’ungherese di Pecs Daniel Hofecker con Dance For a Fat Arlecchino, il pugliese di Gravina in Puglia (BA) Gerardo Pepe con Gargantella e il marchigiano di Corinaldo (AN) Diego Donati con Siparietto.

Nei giorni 8 e 9 settembre alle ore 21.00 sul palco della Sala P. Sassu del Conservatorio di Musica L. Canepa di Sassari si terranno le serate finali con l’esibizione dell’Orchestra Jazz della Sardegna.

Giovedì 8, ad ingresso libero, l’Orchestra eseguirà le nove composizioni finaliste sotto la direzione di Gavino Mele.

Venerdì 9 (ingresso 10 euro), nella prima parte salirà sul palco insieme all’OJS diretta da Corrado Guarino il sassofonista e clarinettista Gianluigi Trovesi per un set interamente dedicato alle sue composizioni, mentre nella seconda parte verranno decretati i vincitori, uno per categoria, della diciassettesima edizione del concorso, che si contenderanno un montepremi di diecimila euro.

Per avere maggiori informazioni basta inviare un’email all’indirizzo [email protected].

INFO

www.abno.com

Abbonati a Jazzit a soli 29 euro cliccando qui!