Ultime News
Quarna Musica </br>Intervista a Claudio Zolla e Marco Rampone
Photo Credit To Leonardo Schiavone

Quarna Musica
Intervista a Claudio Zolla e Marco Rampone

22 maggio 2017

Inizierà domani con il seminario di David Liebman la trentottesima edizione del Festival Quarna Musica, organizzata dall’omonima Associazione; abbiamo intervistato Marco Rampone e Claudio Zolla, rispettivamente presidente e vicepresidente.

Di Eugenio Mirti

Come è stato costruito il cartellone?
Cluadio Zolla / Da circa dieci anni l’Associazione si appoggia alla Rampone e Cazzani perché naturalmente abbiamo una serie di contatti con i musicisti (Claudio è anche  il titolare della prestigiosa fabbrica di sassofoni, NdR).

L’associazione è appena nata.
Claudio Zolla / Formalmente sì, ma è sempre esistita in forma di comitato che insieme al Comune organizzava la stagione concertistica;  per una serie di motivi burocratici abbiamo costituito da qualche mese una onlus, e i suoi obiettivi sono quelli di organizzare concerti ed eventi didattici. Siamo tutti volontari, e lo spirito e quello di far venire quanta più gente possibile gente a Quarna, che è un bellissimo paese.

Marco Rampone / Lavoriamo sempre in collaborazione con tutto il paese: siamo solo 400 abitanti e naturalmente l’apporto di ognuno è indispensabile.

Non si tratta di un festival esclusivamente musicale.
Claudio Zolla / Stiamo cercando di abbinare il turismo culturale alla musica e al museo Etnografico e dello Strumento Musicale a Fiato, che ha la sua seda a Quarna; quindi ci sarà così anche la possibilità di provare anche specialità locali di street food.

Marco Rampone / Ricordo anche che a Quarna c’è un ostello, che usiamo generalmente per gli allievi dei workshop.

La presenza di Liebman è particolarmente significativa.
Claudio Zolla / Devo dire che è stato un colpaccio e siamo, come si suol dire, molto presi bene per la cosa…

Marco Rampone / In effetti è un risultato assolutamente straordinario per la nostra stagione.

Quali sono le location dei concerti?
Marco Rampone / La maggior parte degli eventi si terrà all’Auditorium del Museo, che è l’unica struttura coperta; con il Comune abbiamo vinto un bando per ristrutturare il vecchio stabilimento della Grassi, che il Comune acquistò all’inizio degli anni 2000, e speriamo di riuscire a ricavarne in futuro una ampia sala polivalente. Anche la Piazza Fornaca è uno spazio molto bello, e l’auspicio è quello di poterlo attrezzare con una tensostruttura.

Quali sono i vostri obiettivi?
Marco Rampone / Gli obiettivi non si raggiungono mai, si va sempre avanti; di solito la nostra stagione si esauriva nel periodo estivo, ora il nostro intento è quelli di allargarla a tutto l’anno, se ci riusciremo con un ritmo mensile.

img