Ultime News

Premio Tomorrow’s Jazz, i dieci finalisti

Premio Tomorrow’s Jazz, i dieci finalisti

10 dicembre 2021

Sono dieci i finalisti della terza edizione di Tomorrow’s Jazz, il premio per i giovani talenti del jazz italiano ideato da Veneto Jazz e finanziato dal Ministero della Cultura.

Si tratta dei solisti Emanuele Filippi (piano, Marche) in piano solo; Federico Calcagno (clarinetto, Milano) con Fade in Trio; Nicoletta Taricani 
(voce, Udine) con il suo quintetto; Filippo Ieraci (chitarra, Genova) con il suo quartetto; Jacopo Fagioli (tromba, Toscana) con Bilico Duo; Valentina Fin (voce, Vicenza) con il quintetto Rame; Gabriele De Leporini (chitarra, Trieste) con il suo trio; Andrea Glockner (trombone) con Agea Procject (Italia, Francia, Turchia); Francesco Taucci (tastiere, Marche) con l’ensemble Mixtape; Francesco Di Giovanni (chitarra, Trapani) con il suo quintetto.

I musicisti, nelle diverse formazioni, saranno i protagonisti dell’audizione di sabato 11 dicembre, alle Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia, con un’esibizione dal vivo davanti alla giuria formata da Giuseppe Mormile, presidente e direttore artistico di Veneto Jazz, Diego Borotti, musicista, didatta e direttore artistico del Torino Jazz Festival, Davide Liberti, musicista e didatta e Gigi Sabelli, critico musicale.

«Anche per questa edizione è stato arduo arrivare a una selezione – dichiara il presidente della giuria e ideatore del Premio Giuseppe Mormile – Sono giunti molti progetti interessanti e innovativi, interpretati da giovani musicisti sempre più preparati e con un repertorio che abbraccia tante influenze. Siamo curiosi ora di ascoltare dal vivo quelli che abbiamo ritenuto essere i migliori talenti italiani, che hanno le carte in regola per rappresentare il jazz di domani offrendo loro una rara occasione di partecipazione a un festival internazionale. Il Premio sta diventando davvero una vetrina degli emergenti under trenta in campo jazzistico e riceviamo continue conferme dell’importanza del Premio per la carriera di un giovane artista. Alcuni musicisti che hanno partecipato alle passate edizioni, come Manuel Magrini o Michelangelo Scandroglio, sono oggi dei nomi affermati del panorama musicale contemporaneo, con progetti e tour propri anche al di fuori della scena nazionale».

I primi tre classificati conquisteranno una borsa di studio e la partecipazione con un concerto a un festival o presso un’istituzione internazionale, con spese a carico dell’organizzazione. I concerti saranno ospitati dai seguenti festival, club, istituzioni: Ronnie Scott’s Jazz Club, Londra (UK); Rigas Ritmi Festival, Riga (LT); Jazz in Israel, Israele (IL); Venezia Jazz Festival, Venezia (IT); altri Festival del circuito JIP Jazz Italian Platform (IT).

Le audizioni e la cerimonia di premiazione di sabato 11 dicembre saranno a porte chiuse.

A coronamento del Premio, sempre alle Sale Apollinee, alle ore 19.30, è in programma il concerto per il pubblico di Nu 4tet con Diego Borotti (sassofoni, EWI, composizione, direzione), Fabio Gorlier (pianoforte, tastiere), Davide Liberti (contrabbasso, basso elettrico) e Ruben Bellavia (batteria, elettronica). Una musica nel segno del post-bop, con la scrittura di brani originali che affondano le radici nella tradizione del jazz, arricchita dalla commistione di suoni acustici ed elettronici, nella musica classica del Novecento, nel funk e nella world-music, convertendo in un unico sound le esperienze di quarant’anni di carriera.

“Tomorrow’s Jazz” è organizzato da Veneto Jazz con il sostegno del Ministero della Cultura, nell’ambito del bando “Festival, cori, bande musicali e musica jazz”, e in collaborazione con Teatro La Fenice di Venezia, Regione del Veneto, Città di Venezia. Media partner: Jazzit. Veneto Jazz è socio fondatore di JIP Jazz Italian Platform.

INFO

www.venetojazz.com

 

Abbonati a Jazzit a soli 29 euro cliccando qui!