Ultime News
Parte il Monfrà Jazz Fest 2024, racconto jazz di un incredibile territorio Patrimonio Unesco

Parte il Monfrà Jazz Fest 2024, racconto jazz di un incredibile territorio Patrimonio Unesco

8 giugno 2024

Il 14 giugno prende il via la settima edizione del Monfrà Jazz Fest, manifestazione che dal 2018 regala al pubblico un’esperienza unica e immersiva tra le bellezze di un territorio incredibile come il Monferrato, Patrimonio Unesco, carico di storia e proclamato “Città europea del Vino 2024”.

Organizzato dall’Accademia Europea d’Arte Le Muse di Casale Monferrato (AL), con la direzione artistica di Ima Ganora e Luigi Andreone, il festival piemontese ha già affascinato migliaia di spettatori proponendosi come un vero e proprio “racconto jazz” che intreccia musica, natura ed enogastronomia lungo i siti Unesco, alla scoperta di Casale, del Monferrato e della Valcerrina, con un paesaggio incantevole che si snoda tra le colline con tante vigne e panorami mozzafiato, e la pianura attraversata dal fiume Po, con la sua ricca biosfera e i suggestivi angoli di approdo.

Il tema 2024 del Monfrà Jazz Fest “Play&Be JAZZ” invita gli spettatori a immergersi liberamente nelle tante esperienze in programma. Sono trentuno gli eventi articolati nei vari format “Jazz nel Bosco”, “Jazz on the River”, “Concerti in Vigna”, “Live nel Chiostro”, “Jamming Sotto le Stelle”, passeggiate naturalistiche, eventi culturali, street food, degustazioni, dancefloor e masterclass.

Il Monfrà Jazz Fest 2024 si svolgerà in tre periodi distinti: 14-23 giugno, 13-18 agosto e 6-8 settembre.

Gli eventi di giugno 


Tra i tanti eventi in cartellone, i tre “concerti boutique” per i quali è già aperta la prevendita al link https://www.monjazzfest.it/line-up/. Ambientati nel suggestivo Chiostro di Santa Croce di Casale Monferrato, offrono agli spettatori una dimensione intima e immersiva, a contatto diretto con gli artisti, secondo la filosofia propria del festival. 
Il 18 giugno il grande trombettista Fabrizio Bosso sarà ospite speciale dell’ottimo quartetto guidato dal talentuoso sassofonista Nicola Concettini, in un live gemellato con il festival molisano Borgo in Jazz.

Nicola Concettini e Fabrizio Bosso

Il 19 giugno è attesissima la bassista, cantante e compositrice danese Ida Nielsen, storica collaboratrice di Prince, considerata tra le migliori bassiste al mondo, che presenterà il suo nuovo album “More Sauce, Please”, insieme alla sua band The Funkbots, tra ritmi funk, rap e pop.

Ida Nielsen MEDIA RES by NPG records

Il 22 giugno appuntamento con il fascino inconfondibile della voce di Rossana Casale, sul palco con il nuovissimo album “Almost Blue”, affiancata da un quintetto completato da Carlo Atti, Luigi Bonafede, Enzo Zirilli e Alessandro Maiorino. La cantante sarà protagonista anche di una masterclass di canto, il giorno successivo, riservata ai soci dell’Accademia Le Muse.

Gli altri appuntamenti di giugno

Il programma di giugno offre dieci giorni di musica, workshop e attività immersive nel paesaggio incantevole del Monferrato: concerti e giri in barca sul Po, Jazz nel Bosco, Concerti in Vigna, merende, street food, laboratori per bambini e Fiabe in Jazz, la maratona musicale in occasione della Festa della Musica (21 giugno), l’inaugurazione del “Giardino Trasversale” nel Chiostro di Santa Croce di Casale Monferrato e la mostra fotografica “Un PO di Jazz”.

Tra i nomi in cartellone la violinista e compositrice Anaïs Drago, artista di punta del jazz italiano, il Riccardo Marchese 5et con “Musica Cinematica”, il resident dj Luciano Morciano, Giulia Damico in quartetto con Viden Spassov, Didier Yon, Francesca Remigi, il Nugara Trio di Viden Spassov, Francesco Negri, Francesco Parsi, il duo Camilla Barraggia e Max Romagnoli.

Anais Drago

I luoghi

La partenza sarà il 14 giugno tra le vigne di Sala Monferrato, per festeggiare i dieci anni dalla proclamazione Unesco dei paesaggi vitivinicoli del Piemonte Langhe-Roero e Monferrato, avvenuta il 22 giugno 2014.

Seguirà un percorso che farà tappa all’imbarcadero sul Po di Casale Monferrato, sul palco principale al Chiostro di Santa Croce, per chiudersi nel luogo più iconico del festival: il bosco dell’Eremo di Moncucco. 
Il mese di giugno ospiterà anche la rassegna “Per chi crea”, realizzata con il sostegno del MIC e di SIAE, un progetto nazionale che promuove la creatività giovanile e che vedrà la partecipazione di sei gruppi emergenti italiani, di cui metà guidati da talenti femminili, a conferma del costante impegno del festival verso le pari opportunità, la diversità e l’inclusione nel mondo della musica.

Gli eventi di agosto 


Dal 13 al 18 agosto il festival accoglierà gli appassionati di jazz per sei giorni di esplorazioni musicali e culturali dedicati alla Valcerrina. Questo periodo sarà dedicato a speciali esibizioni live e collaborazioni tra artisti internazionali e locali, creando un ponte culturale unico. Una programmazione che vedrà l’acqua non solo come elemento vitale, ma anche come metafora del fluire della vita e della musica. L’acqua sarà esplorata nelle sue molteplici forme: come fonte di vita, come elemento che modella il paesaggio e come metafora del cambiamento e del divenire.

Alcuni appuntamenti saranno dedicati al progetto nazionale di I-Jazz, l’Associazione Italiana dei Festival Jazz, che celebra il centenario di Franz Kafka con nove tappe simboliche lungo lo stivale italiano, dove il jazz diventa un mezzo per esplorare e celebrare le metamorfosi della vita, della natura e il potere trasformativo dell’arte: protagonista in quest’occasione sarà la scrittrice Loredana Lipperini.

Gli eventi di settembre

Dal 6 all’8 settembre si terrà la chiusura del festival con un week-end di festa per celebrare la vendemmia e i frutti più pregiati del Monferrato, portando i partecipanti direttamente nei luoghi dove vino e distillati vengono prodotti, per assaporare gusti e profumi autentici del territorio.

INFO

www.monjazzfest.it

 

Abbonati a Jazzit a soli 29 euro cliccando qui!