Ultime News

Parole e immagini per…
Ata
Di Daniela Floris e Carlo Mogavero

Parole e immagini per… </br>Ata </br>Di Daniela Floris e Carlo Mogavero

17 luglio 2017

A Feltre, durante la quinta edizione del Jazzit Fest, in una bellissima sala di Palazzo Guarnieri abbiamo ascoltato i musicisti che sono venuti da noi a raccontarci i loro progetti.
Abbiamo messo a disposizione le nostre capacità di descrivere la musica, Daniela con le parole, Carlo con le immagini. E abbiamo creato per ognuno di loro uno scritto e due ritratti fotografici firmati.
Il testo non prevede un parere critico sulla musica descritta, le foto sono state scattate secondo i desideri degli artisti: ci siamo messi al servizio delle loro inclinazioni e dei loro desideri.
Questo è il risultato del nostro lavoro, che gli artisti potranno usare nei loro siti, come liner notes, come comunicato stampa, o comunque vorranno.

Di Daniela Floris e Carlo Mogavero

Ata

In un triangolo ideale tra Nord Europa, America, Italia, nasce con Ata un linguaggio espressivo in continuo divenire, che ha come intento quello di unire mondi diversi e portarli alla luce in una nuova forma che si esalta nell’improvvisazione. Ata è un progetto aperto in cui il jazz (americano e nordeuropeo) il pop, l’hip hop e l’elettronica non sono che il punto partenza per l’elaborazione di forme musicali nuove, in cui la melodia diviene veicolo fondamentale di una atmosfera sonora ammaliante e anche straniante, attraverso la cura dei contrasti sonori: tra ritmo e introspezione, effetti elettronici e suoni acustici, armoniche dissonanze e coraggiose digressioni tra noto e inesplorato, Ata fonde in un idioma musicale innovativo ciò che si immaginava quasi come inconciliabile.
Affiancando ad ogni strumento del quartetto, compresa la voce, il suo alter ego elettronico e ponendo accanto ad ogni inclinazione il suo richiamo contrario, si delinea un viaggio musicale originale e, per questo, ben difficile da etichettare.

Silvia Lovicario: voce ed effetti; Andrea Ragnoli: piano e tastiere; Gabriele Guerreschi: contrabbasso; Michele Zuccarelli Gennasi,:batteria ed elettronica.

img