Ultime News

Monfrà Jazz Fest 2022: racconti jazz di un territorio

Monfrà Jazz Fest 2022: racconti jazz di un territorio

Dall’11 giugno all’11 settembre, a Casale e nel Monferrato, territorio patrimonio UNESCO, torna il Monfrà Jazz Fest, con 150 artisti e 40 concerti che animeranno per quattro mesi suggestive location tra vigneti e colline, per una manifestazione che celebra la musica, il territorio e le donne.

I nomi in cartellone sono di assoluto rilievo: Tullio de Piscopo sarà a Casale il 22 giugno insieme a Patrizia Conte trio per il compleanno del Monferrato UNESCO. A Frubers in The Sky e Swift art project saranno affidati i suggestivi concerti al tramonto e all’alba sul Po. Il Mogentale duo Bossa & Samba terrà lo straordinario concerto nel Bosco di Odalengo Grande. E poi ancora ad animare le serate al castello di Casale ci saranno Michael Rosen 5et, Eleonora Strino 4et, Fioravanti Baritone Trio (in un “Omaggio a Franco Cerri e Wes Montgomery”), Joyce Yuille & Concettini 4et, la collaborazione con la Big Band Maxentia diretta da Eugenia Canale, Rita Payès duo e molti altri ancora.

Alcuni di questi appuntamenti sono frutto di importanti collaborazioni come il concerto “DOC JAZZ” a Olivola l’8 luglio, dove si esibiranno Monica Fabbrini e Diego Borotti, direttore del Torino Jazz Festival.

Al di fuori del palco principale andranno in scena i “Concerti cartolina” a Treville, Vignale, Villamiroglio, Odalengo Grande, Rosignano, Ponzano, Cerrina, Olivola, Mombello e Villadeati, in provincia di Alessandria. Di fronte alla Big Bench (panchine giganti nate in Piemonte e ideate del designer Chris Bangle, qui trasferitosi insieme alla famiglia e che realizza la prima panchina gigante a Clavesana (CN) nel 2010, per incoraggiare le persone a riscoprire l’arte della meraviglia osservando il territorio con occhi diversi) collocata tra i vigneti, in giardini aperti appositamente per l’occasione, in distillerie e cantine affacciate su panorami spettacolari, sorseggiando vino o magari degustando un piatto di agnolotti De.Co.

La musica servirà anche a introdurre in tanti altri mondi: ci saranno passeggiate musicali, fiabe in jazz, book in jazz, dove le note si uniranno alla letteratura.

Il festival svilupperà inoltre un tema di grande attualità: quello della presenza femminile nel mondo del jazz. Non solo cantanti, ma anche strumentiste, autrici e direttrici; le donne stanno prendendosi il loro giusto spazio e anche per questo la locandina 2022 è stata affidata a Elena Doria, un’artista che vive in Monferrato ed è conosciuta in tutto il mondo per i suoi lavori che vedono intersecarsi i soggetti con la natura: la sua contrabbassista floreale incarna perfettamente lo spirito di questo Monfrà Jazz Fest.

Il Monfrà Jazz Fest è un progetto de Le Muse Accademia Europea d’Arte, affiancata dal Comune di Casale Monferrato e dall’Unione dei Comuni Valcerrina, del Comune di Odalengo Grande e della Pro Loco di Odalengo Grande, partner dell’evento, e realizzato con il supporto di diversi sponsor.

PROGRAMMA MONFRÀ JAZZ FEST 2022

11/6 – ore 21.15

ANTEPRIMA MONJF: SCOTT HAMILTON
TERRAZZA DELLE ROSE – TREVILLE (AL)

Scott Hamilton – Sax
Alberto Bonacasa – Pianoforte
Giorgio Allara – Contrabasso
Riccardo Marchese – Batteria

18/6 – ore 19.00 – TRAMONTO SUL PO
FRUBERS IN THE SKY
IMBARCADERO LUNGO PO – CASALE MONFERRATO (AL)

A tenere compagnia con le note sul fiume al tramonto saranno i Frubers in the Sky in “Affetti Speciali”, un progetto che, a partire dalle sonorità del jazz esplora la musica nelle sue forme più disparate per dare vita a quell’istinto di battere il tempo con il piede e iniziare a cantare anche quando non si conosce un brano. Ma “Frubers” è anche un nonsense, pura invenzione, una parola nata per gioco, da utilizzare tutte le volte che non ci si ricorda il testo di una canzone. Un piccolo divertissement per riassumere il bello che si riesce a cogliere nella musica come nella vita.

Silvia Carbotti – Voce
Max Carletti – Chitarra
Stefano Profeta – Contrabbasso
Paolo Franciscone – Batteria

19/6 – ore 16.30
CONCERTO NEL BOSCO
MOGENTALE DUO “BOSSA&SAMBA”
EREMO DI MONCUCCO – ODALENGO GRANDE (AL)

Uno degli appuntamenti imperdibili, divenuti simbolo del Monfrà Jazz Festival, nel Bosco di Odalengo Grande, di fronte all’Eremo della collina di Moncucco. Un concerto romantico e struggente in pura saudade brasiliana con il Mogentale duo.

______________________________

Bossa Nova & Samba – Mongentale Duo

Sabrina Mogentale – voce
Fabrizio Forte – chitarra

Un meraviglioso viaggio virtuale in Brasile con le più belle melodie del mondo della bossa nova, il genere musicale che ha spopolato in tutto il mondo a partire dall’inizio degli anni Sessanta. Molto amata anche dai musicisti e appassionati di jazz per i contenuti armonici e le intense melodie, la bossa nova ha un compositore su tutti che spicca in cima alla piramide: Tom Jobim, di cui verranno eseguite alcune tra le più note composizioni, oltre all’interpretazione di altri significativi autori e musicisti come João Gilberto, Dorival Caymmi, Carlos Lyra, Vinícius de Moraes.

19/6 – ore 7.00
ALBA SUL PO
SWIFT ART PROJECT
IMBARCADERO LUNGO PO – CASALE MONFERRATO

Assistere al levarsi del sole sull’acqua a un appuntamento che è un must del Monfrà Jazz Fest fin dalla prima edizione. Il jazz si fonde all’unisono con lo scorrere dell’acqua, in un’atmosfera sospesa e rarefatta, fuori dal tempo. Magia affidata per questa edizione a Swift art project. Come sempre condisce questo appuntamento la tradizionale colazione monferrina a cura dell’Associazione Amici del Po.

Mattia Niniano – Piano
Michele Millesimo – Contrabbasso
Camillo Nespolo – Sax

21/6 – DOPPIO CONCERTO
FESTA DELLA MUSICA
CASTELLO – CASALE MONFERRATO
21.00 – MONJF YOUNG

Allievi e insegnanti – Accademia Le Muse

I migliori allievi dei corsi musicali e del progetto musica di insieme dell’Accademia Le Muse. La serata sarà l’occasione per la consegna delle borse di studio in ricordo di Patrizia Barberis.

22:00 – JAZZ TRIO ‘LE MUSE’ + CAMILLA E ANGELO ROLANDO

Un concerto per festeggiare insieme alla città il giorno più bello dell’anno: quello dedicato alla musica. Un concerto che racchiude anche il bello di trasmettere questa passione, con un programma dove il grande jazz viene tramandato di padre in figlia.

Camilla Rolando – tromba
Angelo Rolando – trombone
Alberto Bonacasa – piano
Giorgio Allara – contrabbasso
Riccardo Marchese – batteria

22/6 – DOPPIO CONCERTO
CASTELLO – CASALE MONFERRATO
21:00 – SYNTHETICS

Presentazione di un progetto speciale di un giovane molto promettente nella scena del jazz italiano, compositore e chitarrista, Edoardo Liberati, che torna sul palco del Monfrà con talenti emergenti del panorama nazionale molto cari a questo festival. Con influenze derivanti da jazz contemporaneo, latin jazz (calypso, choro), ma anche dal jazz più tradizionale, gli “Edoardo Liberati Synthetics” cercano di creare un filo conduttore tra generi comunque diversi.

Edoardo Liberati – chitarra elettrica
Attilio Sepe – sax
Mario Iannuzziello – contrabbasso
Riccardo Marchese – batteria

21.30 – TULLIO DE PISCOPO – PATRIZIA CONTE QUINTET

Icona della musica jazz e pop, Tullio De Piscopo è batterista, cantautore e percussionista. Autore di successi planetari come Stop Bajon e Andamento Lento, gigante della batteria con collaborazioni internazionali (Astor Piazzolla, Billy Cobham…), con Pino Daniele e la super band ha cambiato il corso della musica italiana. Tullio de Piscopo presenterà un concerto unico pensato proprio per il Monfrà Jazz Fest, ospitando sul palco la bellissima e travolgente voce di Patrizia Conte.

Tullio De Piscopo – voce, batteria e percussioni
Patrizia Conte – voce
Fabrizio Bernasconi – tastiere
Gianluca Silvestri – chitarre
Cesare Pizzetti – contrabbasso e basso elettrico
Rosario Di Giorgio – percussioni

24/6 – DOPPIO CONCERTO
CASTELLO – CASALE MONFERRATO
21.00 – ELEONORA STRINO QUARTET

Semplicemente una chitarrista in rampa di lancio, il cui incedere swingante e discorsivo, rinnova con stile la lezione di Wes Montgomery e del primo George Benson. Sul palco colpisce per stoffa e  carisma che le permette di affrontare l’improvvisazione su noti standard e classici, come se si trattasse di un flusso di consapevole coscienza. Appartenente a una famiglia di artisti di origine fieramente napoletana, la Strino gode già di parecchia considerazione all’estero, e non solo, per la stima che per lei ha immediatamente nutrito Greg Cohen, contrabbassista famoso per la lunga militanza con Tom Waits e John Zorn, fra i molti nomi presenti nel suo palmarès.

Eleonora Strino – chitarra
Alex Orciari – contrabbasso
Simone Daclon – pianoforte
Pasquale Fiore – batteria

22.00 – WALLY ALIFRANCHINI QUARTET FEAT. MICHAEL ROSEN

Il quartetto del noto sassofonista e arrangiatore Claudio (Wally) Allifranchini ospiterà un artista di caratura internazionale, il sassofonista Michael Rosen, insieme al quale eseguirà brani originali di Allifranchini e Rosen e celebri jazz standards, da Duke Ellington a Sonny Rollins, e molti altri ancora. Oltre al grande sassofonista il quintetto vanta la presenza di uno dei più grandi chitarristi italiani, Sandro Gibellini; a chiudere la formazione infine il contrabbassista casalese Giorgio Allara e il batterista Nicola Stranieri, che vantano collaborazioni con jazzisti internazionali di altissimo livello.

Michael Rosen – sax
Wally Allifranchini – sax
Sandro Gibellini – chitarra
Giorgio Allara – contrabbasso
Nicola Stranieri – batteria

24/6
ICE-JAZZ
CASTELLO – CASALE MONFERRATO
19.00 – TAZIO FORTE DUO
“GYPSY JAZZ E ALTRE STORIE…”

Tazio Forte – fisarmonica
Tobia Davico – chitarra.

Un percorso attraverso la tradizione del jazz europeo, dalla tradizione gitana passando per Django Reinhardt, Stéphane Grappelli e il Quintette du Hot Club de France. Con questo duo il fisarmonicista Tazio Forte e il chitarrista Tobia Davico ripercorreranno con un dialogo musicale la storia di questi tempi epici fatti di carovane, musica, club parigini, scazzottate, atmosfera sociale rovente tra i due conflitti mondiali, poesia e musica sincera.

25/6 – DOPPIO CONCERTO
CASTELLO – CASALE MONFERRATO
21.00 – RICCARDO FIORAVANTI BARITONE TRIO – “CERRI, UNA VOLTA IL WES!”

Un omaggio a due dei più grandi chitarristi di tutti i tempi, caratterizzati da un’innata creatività melodica, un fantastico senso dello humour e una grande signorilità e gentilezza d’animo. Franco Cerri e Wes Montgomery, così distanti geograficamente, così vicini musicalmente: Wes Montgomery, un vero e proprio gigante della chitarra jazz, cui Franco Cerri si è ispirato sia nella musica che nell’eleganza musicale e stilistica.

Riccardo Fioravanti – Baritone Bass
Maxx Furian – Batteria
Francesco Chebat – Electric Piano

22:00 – JOICE ELAINE YUILLE & NICOLA CONCETTINI QUARTET

Quintetto di straordinaria dinamicità ed elasticità timbrica che raccoglie al suo interno grandi interpreti del jazz italiano, numerose collaborazioni ed esibizioni in ambito nazionale e internazionale, demarcando il profilo artistico di ogni componente. La formazione è capitanata da un’energica front woman di origine newyorkese: vocalità sofisticata, grintosa e al tempo stesso elegante, Joyce Elaine Yuille incontra l’eclettico ensemble in un repertorio che affonda le radici nella tradizione afro-americana sebbene vi siano grandi influenze di richiamo soul e blues. La vocalità elegante, e al tempo stesso potente e passionale, è sorretta da un ensemble che da lungo tempo ha trovato una propria identità stilistica e timbrica, frutto di innumerevoli collaborazioni che hanno contrassegnato il loro passato.

Joice Yuille – Voce
Nicola Concettini – Sax
Daniele Cordisco – Chitarra
Alberto Gurrisi – Hammond
Luca Santaniello – Batteria

25/6
ICE-JAZZ
CASTELLO – CASALE MONFERRATO
19.00 – ROGER BEAUJOLAIS TRIO
“BARBA LUNGA”

Roger Beaujolais – vibrafono
Giacomo Dominici – contrabbasso e basso elettrico
Alessandro Pivi – batteria

Roger Beaujolais è un musicista jazz molto noto e apprezzato in Inghilterra. La sua attività è allargata a collaborazioni anche nell’ambito del pop inglese, tra cui Robert Plant e Paul Weller, e all’insegnamento del vibrafono presso il Trinity College of Music di Londra. Con il suo trio italiano Roger Beaujolais affronterà un repertorio di brani originali e standard jazz riarrangiati secondo il suo estro tipico trasversale, di grande fascino ed estrema godibilità.

26/6 – DOPPIO CONCERTO
CASTELLO – CASALE MONFERRATO
21.00 – RITA PAYES, POL BATLLE DUO

Voce meravigliosa, trombonista eccezionale e presenza carismatica, Rita Payès si sta affermando come una delle protagoniste femminili del jazz europeo. Presenta insieme al chitarrista Pol Batlle una nuova dimensione jazz, in cui un’intimità consumata crea la magia dell’abitudine e la poesia del gesto.

Rita Payes – Voce, Trombone
Pol Batlle – Chitarra

22.00 – MAXENTIA BIG BAND ‘CAPE’

Con “CAPE” la Maxentia Big Band accompagnerà il pubblico in un percorso che parte dalla musica dei primi importanti pionieri di questo filone, per arrivare ad alcuni tra i più interessanti esponenti del jazz sudafricano contemporaneo.

Direzione e arrangiamenti: Eugenia Canale

Ance: Stefan Mandolfo (sax alto), Fausto Oldani (sax alto, sax soprano, EWI), Stefano Barbaglia (sax tenore), Massimo Losa (sax tenore), Luca Garavaglia (sax baritono)

Trombe: Pietro Sala, Giancarlo Mariani, Marco Duré, Adriano Baraté, Andrea Carrettoni

Tromboni: Daniele Zanenga, Mauro Sanna, Fabio Prina, Silvio Saracchi

Ritmica: Carlo Hertel (pianoforte), Gianni Papa (Hammond), Marco Mainini (chitarra elettrica), Flavio Magistrelli (basso elettrico). Michele Capasso (batteria), Angelo Lovati (percussioni)

26/6
ICE-JAZZ
CASTELLO – CASALE MONFERRATO
19.00 – VOLVER TRIO
“BOLERO IN JAZZ”

Paolo Manasse – pianoforte
Riccardo Vigorè – contrabbasso
Marco Volpe – batteria

Il progetto “Volver” prende il nome dalla celebre canzone del compositore argentino Carlos Gardel (1890-1935) e riprende alcune grandi ballate (tango, bolero) del Sudamerica, poco frequentate nei repertori dei musicisti jazz nordamericani ed europei (con alcune eccezioni, come Charlie Haden). Come nella tradizione jazz queste canzoni degli anni Venti e Trenta sono re-interpretate e trasformate in chiave moderna, con l’intenzione però di restare fedeli all’originale ispirazione “romantica” latino-americana.

8/7 – CENA CONCERTO
I DUE BUOI – OLIVOLA MONFERRATO
DOC JAZZ FEAT. DIEGO BOROTTI & MONICA FABBRINI

Per una sera Villa Guazzo Candiani si trasformerà nel più elegante jazz club monferrino.

Monica Fabbrini – voce
Diego Borotti – sax e arrangiamenti
Fabio Gorlier – piano
Giorgio Allara – contrabbasso
Giorgio Diaferia – batteria

9/7 – CONCERTO DEGUSTAZIONE
HIC ET NUNC – VIGNALE MONFERRATO
TIZIANA CAPPELLINO & GABRIELE PELLI DUO

In occasione del Monfrà Jazz Fest, la Cantina Hic et Nunc diventa la location per un inedito concerto jazz con degustazione. Sul palco ci sarà il duo composto da Tiziana Cappellino (voce e pianoforte) e Gabriele Pelli (tromba), che accompagneranno gli ospiti in un incredibile viaggio in cui musica e vino si fondono, promettendo un’esperienza enogastronomica e musicale indimenticabile.

10/7 – JAZZ IN GARDINO
EASYTIPS TRIO
VILLA IL CEDRO – PONZANO MONFERRATO (AL)

Nuova location per il Monfrà Jazz Festival, per un concerto cartolina in uno dei giardini storici più belli del Monferrato: Villa il Cedro. Non solo musica, ma un’esperienza sensoriale decisamente suggestiva, in cui il pubblico sarà avvolto dai colori e dai profumi del territorio. Verrano degustati in prima assoluta i Nocciolotti di Salabue, che riceveranno la De.Co. proprio in occasione del festival.
______________________________

Easytips trio

Aura Nebiolo – Voce
Caterina Accorsi – Voce
Enrico Perelli – Pianoforte

«Con Easytips torniamo al jazz per suggerire quanto sia bello. Easytips è nato durante una noiosa serata di quarantena. Ci siamo chieste perché il jazz risulti ai più un genere “duro” da ascoltare. Così, con la volontà di far conoscere la musica che amiamo, abbiamo deciso di “spogliare” gli standard jazz più conosciuti e registrarli solo con le nostre due voci, creando arrangiamenti originali. Easytips infatti, nessuna vanità, ma la voglia di collaborare per diffondere il jazz soprattutto tra le nuove generazioni, allargare l’ascolto tra appassionati e neofiti, e farlo con un linguaggio semplice».

28/7 – CONCERTO IN BIRRERIA
WHY FACTOR TRIO
21.30 MOONFRÀ – CASALE MONFERRATO

Il jazz ritorna al Moonfrà, dove birra e hamburger parlano rigorosamente in dialetto, diventando per una sera anche pop e soul.

Why Factor Trio

Giulia Aneli – Voce
Erik Zanone – Chitarra e voce
Matteo Foresto – Cajon e percussioni

Il gruppo è formato da tre musicisti della provincia di Alessandria di area prettamente blues, unitisi per offrire una personale rivisitazione in chiave pop-soul di brani molto famosi della storia della canzone. Un progetto acustico in cui è possibile ascoltare anche la loro passione per il rock’n roll, il country, fino al pop dei giorni nostri. Un altro componente del gruppo è una lavagna magnetica, con una rappresentazione artistica di tutti i paesi del mondo. Il pubblico viene così coinvolto in un viaggio musicale che riassume le sonorità di quelle nazioni che hanno caratterizzato il sound della formazione. Si va da Mama Afrika a Sergio Mendes, da Leonard Cohen a Battisti, dagli AC/DC a Stevie Wonder.

13/8 – JAZZ & VINO
CONCERTO DEGUSTAZIONE
VA DE BOLERO 4ET
HIC ET NUNC – VIGNALE MONFERRATO

In occasione del Monfrà Jazz Fest, la grande musica salirà sulla terrazza panoramica di Hic et Nunc per un inedito incontro con il vino. In scena il VA DE BOLERO QUARTET, formato da Edda Pando (voce), “Cesc” Marco Franceschetti (sax), Toti Pumpo (chitarra) e Riccardo Vigorè (contrabbasso), con il loro esplosivo mix di jazz e sound latino americano. Insieme formano un gruppo musicale che vuole recuperare, con slanci di modernità, il meglio della tradizione del bolero latino americano di metà del secolo scorso. Il repertorio del quartetto include alcune delle più famose canzoni di questo genere musicale: Aunque me cueste la vida, Historia de un amor, Piel canela, Contigo en la distancia, Besame mucho.

14/8 – JAZZ A MOMBELLO
TARTUFERI/PICOLLO DUO
LA CANTINETTA RESORT – MOMBELLO MONFERRATO (AL)

Un concerto “Soul Kitchen” tutto da gustare con un calice di vino, mentre si gode la notte stellata di luna piena nel cuore del Monferrato. Laura Tartuferi (voce) è un’interprete grintosa e dotata di grande comunicatività, una voce caratterizzata da uno stile inconfondibile, estremamente radicato nel blues. Gege Picollo (chitarra) è un musicista di grande sensibilità ed estremamente versatile, qualità che gli permettono di collaborare come turnista con molti nomi del mondo dello spettacolo. Collaborano da molti anni in varie formazioni musicali. In questa occasione daranno vita a un concerto acustico, in cui proporranno, in chiave molto personale, brani della tradizione jazz, blues e soul.

14/8 – JAZZ A PIANCERRETO
“OMAGGIO AL CINEMA”
GANDIN/PANICO DUO
GIARDINO DELLA CASA-MUSEO DI ARMAND GATTI, PIANCERRETO (AL)

Un concerto concepito come un omaggio al cinema e ad Armand Gatti, di cui sarà possibile visitare la Casa Museo.
_____________________

Omaggio al cinema
Mara Panico – voce
Alberto Gandin – chitarra e voce

Un concerto concepito come un omaggio al cinema e al drammaturgo, scenografo e regista francese Armand Gatti. Come fosse un divo di Hollywood o di Cinecittà, il jazz è stato protagonista di innumerevoli film. Il cinema americano, primo tra tutti, ma anche quello italiano e quello francese (per limitarci solamente a tre fra le maggiori cinematografie mondiali) si sono serviti della musica jazz non solo per raccontare le biografie di musicisti o la storia del genere musicale, ma soprattutto per ambientare vicende rosa, gialle, noir, oppure, più semplicemente, come colonna sonora esterna allo spazio della narrazione.

Armand Gattì
Nato a Monaco nel 1924 da una famiglia italiana, la cui madre era proprio di Piancerreto, il drammaturgo, scenografo e regista francese Armand Gatti ha al suo attivo una quarantina di opere teatrali e quattro film. Nella frazione di Cerrina aveva conservato la casa avita, che oggi è trasformata in un museo a lui dedicato. Nel pomeriggio, dalle 16.30 alle 18.00, sarà possibile visitare questo luogo che conserva moltissimi ricordi del drammaturgo.

15/8 – JAZZ IN FORTEZZA
“RICORDANDO GIGI DI GREGORIO”
FRANK TASCHINI 4ET
FORTEZZA DI VERRUA SAVOIA

Il concerto cartolina “Jazz in Fortezza” sarà anche un ricordo di Gigi Di Gregorio, sassofonista scomparso nel 2017 a soli 54 anni e ben conosciuto nel territorio. L’evento si terrà in un luogo davvero particolare: la rocca di Verrua Savoia. Uno sconfinamento in provincia di Torino, per il MonJF, in quella che è stata l’ultima propaggine del Monferrato a lungo contesa.
_____________________

Frank Taschini 4et “Ricordando Gigi di Gregorio”
Frank Taschini – Sax tenore
Massimo Minardi – Chitarra
Giorgio Allara – Contrabbasso
Marco Puxeddu – Batteria

Il repertorio sarà caratterizzato proprio dall’esecuzione di alcune composizioni di Gigi Di Gregorio, vista la presenza del noto sassofonista monegasco Frank Taschini, legato da una profonda amicizia con Gigi e che molte volte ha diviso il palco con lui in avvincenti duetti. Anche il resto della band ha avuto modo di suonare varie volte con Gigi e di trascorrere molti momenti conviviali insieme a lui. Si alterneranno a queste composizioni alcuni standard del repertorio jazzistico, con un asse portante legato proprio al sax, strumento principe di questo ricordo in musica, passando per colossi del genere quali Sonny Rollins, John Coltrane e Stan Getz.

25/8 – CONCERTO IN BIRRERIA
“COLE PORTER SONGBOOK”
GUGLIELMI/PICOLLO DUO
BIRRIFICIO MOONFRA’ – CASALE MONFERRATO

Il jazz ritorna al Moonfrà dove birra e hamburger parlano rigorosamente in dialetto, omaggiando uno dei più grandi songwriter di tutti i tempi.
____________________

Gabriele Guglielmi – Voce
Gege Picollo – Chitarra

Il concerto è dedicato a uno fra i più grandi songwriter del secolo scorso, capace di unire la sofisticatezza musicale alla leggerezza e spesso ironia dei testi, di cui era anche autore. La profonda aderenza fra musica e parola è il tratto che lo rende unico e riconoscibile, così amato ed eseguito. Da Let’s do it a Everytime we say goodbye, da Night and day a So in love, i più grandi successi di Porter vengono reinterpretati in duo voce e chitarra, per esaltarne la liricità, l’intelligenza e l’inestinguibile forza vitale.

3/9 – JAZZ IN VIGNA
CONCERTO DEGUSTAZIONE
ORANGE BLUES BAND
MARCO BOTTO VINI – SALA MONFERRATO

Continua il percorso jazz “On the UNESCO road”, che porta a scoprire luoghi incantevoli del Monferrato, capaci di stregare con il loro paesaggio e i loro sapori, con un concerto degustazione in vigna. A esibirsi tra i filari dell’Azienda Vitivinicola ‘Botto Marco’ sarà l’Orange Blues Band.

Laura Perilli – voce, harmonica, kazoo, ukulele
Matteo Bergamini – chitarra
Andrea Rogato – piano
Gigi Andreone – basso e contrabbasso
Alessandro Casè – batteria.

Sarà un omaggio alle più belle canzoni della tradizione blues e jazz, interpretate al femminile dalla particolarissima voce della cantante romana, attiva sin dal 2000 in molti locali del Centro-Nord Italia, con alcune collaborazioni live anche in Europa. Ad accompagnarla in questa esperienza musicale, che fonde la sua voce sognante alle radici del jazz, saranno quattro musicisti di grande esperienza e ampio background musicale, che aggiungeranno la giusta dose di british blues, rock pop e soul al sound della band.

4/9 – BOOK IN JAZZ A VILLADEATI
“IO SONO UN JAZZISTA” DI GUIDO MICHELONE
CORTILETTO DI VILLADEATI (AL)
On the UNESCO road per le strade della Valcerrina.

Un dialogo letterario musicale dove il jazz è il protagonista assoluto, in tutte le sue declinazioni artistiche. Una lettura concerto guidata dall’autore stesso, Guido Michelone, accompagnato dal duo Tommaso e Stefano Profeta.

_____________________

Book in Jazz: Io sono un jazzista
Guido Michelone – voce narrante
Tommaso Profeta – sassofono
Stefano Profeta – contrabbasso

“Io sono un jazzista” è un romanzo breve che narra le avventure di Richard Goodlife, al secolo Riccardino Bellavita, immaginario suonatore di sassofono nella Milano di fine anni Cinquanta, tra balere e night, spogliarelliste e nobildonne, industriali e spiantati: l’ambiente al contempo quotidiano e favoloso per un giovane di belle speranze, che vive allegramente una realtà popolare di volta in volta comica, piccante, grottesca, che Guido Michelone racconta con una prosa quasi fiabesca, ricca comunque di finezze e citazioni, da Jack Kerouac e Carlo Emilio Gadda.

4/9 – JAZZ A VILLAMIROGLIO
“ITALO-AMERICANO SWING DUO”
GIGLIO PEREGO DUO
BELVEDERE DI VILLAMIROGLIO (AL)
CHIESA PARROCCHIALE
On the UNESCO road per le strade della Valcerrina.

Difficile resistere al fascino e al ritmo travolgente dello swing italo-americano del duo composto da Max Giglio alla voce e chitarra e Veronica Perego al contrabbasso, per un concerto in perfetto “spaghetti style”. A cornice un colpo d’occhio sul Monferrato, che solo il belvedere di Villamiroglio può regalare. Il repertorio della formazione è caratterizzato da una eterogenea e frizzante carrellata di successi a partire dai classici dell’era dello Swing americano anni Trenta, passando per gli anni Quaranta e Cinquanta del secolo scorso, in cui non mancano i classici italiani di Fred Buscaglione, Paolo Conte e Domenico Modugno e molte altre rivisitazioni di classici della storia della musica.

8/9 – CONCERTO IN BIRRERIA
MAES-TRIO
ORE 21.30 – BIRRIFICIO MOONFRA’ – CASALE MONFERRATO (AL)

Ultimo appuntamento al Moonfrà dove birra e hamburger parlano rigorosamente in dialetto, con un concerto che saprà abbracciare tutte le sfumature del jazz.
____________________
MAES-TRIO
Serafina Carpari – voce
Mario Martinengo – chitarra
Ezio Vescovo – pianoforte

Il MAES-trio nasce dall’incontro di Serafina Carpari e Mario Martinengo (che da lungo tempo condividono progetti musicali di varia natura) con il pianista Ezio Vescovo, grande appassionato di bossa nova. La prerogativa della formazione è mettere in risalto al meglio la particolare vocalità della cantante, che divide il suo vasto repertorio tra brani jazz, swing e bossa. Più di recente, grazie alle inclinazioni del chitarrista Mario Martinengo, il gruppo presenta anche una sezione dedicata al canto rinascimentale, con atmosfere celtiche e di ispirazione nord europea.

10/9 – PASSEGGIATE MUSICALI
ALLA SCOPERTA DI CASALE MONFERRATO
In occasione della 61° festa del Vino e di Golosaria

Ritorna una bella tradizione del Monfrà Jazz Fest: le “Passeggiate Musicali” nel centro storico di Casale Monferrato. Performance musicali della durata di 5-15 minuti saranno proposte dalle 16.00 alle 20.00 e animeranno alcuni degli angoli più belli della città. Cinque tappe per cinque declinazioni jazz.
____________________
Grappa Store Mazzetti D’Altavilla
Via Saffi 64 – dalle 16.00 alle 19.30
“Bossa Nova”
Fabiana Rosa – voce
Stefano Cavalliere – tastiere
Alberto Graziani – chitarra

Krumiri Portinaro
Via Lanza 17 – dalle 16.00 alle 19.30
“Klezmer e dintorni”
Massimiliano Limonetti – clarinetti
Antonio Sacco – violino
Frediano Perucca – fisarmonica.

Portici corti
Via Roma, Angolo Via Bruna – dalle 16.00 alle 19.30
“Blues e dintorni”
Nicola Bruno – basso, voce e loop station.

Via Roma
altezza Via Cavour – dalle 16.00 alle 19.30
“Swing e dintorni”
La banda della Coĺlina – Diretta da Luca Cecchini.

Pasticceria Ninin
Piazza Martiri della libertà – dalle 17.00 alle 20.00
“Tra post-bop e fusion”
Four Jam
Samuel Perinotto – tromba
Alessio Pagliero – pianoforte
Alessandro Rosin – contrabbasso
Samuele Cavallone – batteria

10/9 – JAZZ IN DISTILLERIA
CONCERTO DEGUSTAZIONE
THE KITCHEN SWING BAND
DISTILLERIA MAGNOBERTA, CASALE MONFERRATO
61° Festa del Vino del Monferrato Unesco

Un grande classico del Monfrà Jazz Fest, il “Concerto degustazione” tra gli alambicchi della Distilleria Magnoberta di Casale Monferrato in occasione della 61° festa del Vino del Monferrato Unesco. Degustazione di distillati e cocktails, accompagnati da pasticceria, con possibilità di visite guidate.  Musica swing, charleston e jazz tutta da ballare con la The Kitchen Swing Band.
_____________________

The Kitchen Swing Band
Mara Panico – Voce
Alberto Gandin – Chitarra
Lorenzo Cucco – Sax
Gigi Andreone – Contrabbasso
Marco Serra – Batteria

Un repertorio di infallibili classici legati alle swing band degli anni Venti, tra Count Basie e Duke Ellington, oltre a qualche brano più moderno rivisitato sempre in chiave swing. La band propone una carrellata di successi swing e lindy hop dagli anni Trenta ad oggi, con alcune rivisitazioni in questa chiave sonora di successi internazionali moderni. Suono coinvolgente, atmosfera adatta al ballo, difficile rimanere seduti!

11/9 – JAZZ ALLA BIG BENCH TARTUFINA
ACCORSI/DI GENNARO DUO
BRIC PUSAI, ODALENGO GRANDE
On the UNESCO road per le strade della Valcerrina.

“Tartufina” è il nome di questa panchina fuori scala posizionata sul Bricco Pusai ai piedi di una quercia secolare. Circondata da vitigni, prati e boschi che accarezzano lo skyline naturalistico che si apre tutt’intorno nel paesaggio della Valcerrina, è un punto privilegiato per godere del Monferrato Unesco. Una colazione in puro stile monferrino, accompagnata dai più celebri standard jazz rivisitati dal duo Accorsi/Di Gennaro.
_____________________

THE AMERICAN SONGBOOK
Caterina Accorsi – Voce
Sergio Di Gennaro – Piano

Il duo propone musiche tratte dal repertorio afro-americano, rileggendo i grandi classici di Duke Ellington, Cole Porter Irving Berlin, in un concerto a tinte varie, nel quale momenti di lirismo suadente lasciano il passo ben volentieri a ritmiche swing.

11/9 – JAZZ A GABIANO
VINACCIA ENSEMBLE
BELVEDERE PIAZZA EUROPA, GABIANO
On the UNESCO road per le strade della Valcerrina.

______________________________

Vinaccia Ensemble
Daniele Soriani – Voce e Chitarra
Marco Tessarin – Basso elettrico
Luigi Scuri – Batteria
Gabriele Pelli – Tromba

Un viaggio musicale che tocca le opere dei nostri più grandi autori e cantautori contemporanei e ne mostra le radici nei brani dagli anni Trenta agli anni Sessanta. Lo swing di Paolo Conte e Renzo Arbore, affiancato alle perle storiche di Renato Carosone, Alberto Rabagliati e Fred Buscaglione, il folk balcanico di Vinicio Capossela, faccia a faccia con la leggerezza sognante di Natalino Otto, e tanta altra musica ancora più indietro negli anni. Uno spettacolo che si nutre di surrealismo anni Quaranta, gangster anni Cinquanta, latin lovers anni Sessanta e così via, fino all’esplosione di una quadriglia dei giorni nostri.

17/9 – CONCERTO DEGUSTAZIONE: JAZZ IN PASTICCERIA
UN BACIO A COLAZIONE
PERRILLI VERCESI DUO
PASTICCERIA NININ, CASALE MONFERRATO
61° Festa del Vino del Monferrato Unesco

Presentazione del nuovo Bacio della Pasticceria Ninin a Casale Monferrato in occasione della 61° festa del Vino del Monferrato Unesco. Rubato, sfrontato, intimo, erotico, a fior di labbra, casto, galeotto, epico, immortale, traditore, sognato, romantico… Un bacio a colazione: dodici baci musicali scelti tra le più belle ballate e standard jazz, interpretati dal Perilli/Vercesi duo.

Laura Perilli – Voce e Ukulele
Martino Vercesi – Chitarra

Laura Perilli è una cantante dalla voce raffinata e persuasiva, particolarmente adatta sia al repertorio degli “standard” jazz americani che alla bossanova brasiliana. I suoi riferimenti stilistici sono Billie Holiday, Ella Fitzgerald, Sarah Vaughan e, parlando di artiste contemporanee, Dee Dee Bridgewater, Diana Krall, e le italiane Rossana Casale, Roberta Gambarini e Ada Montellanico. Nel 2006 è stata selezionata come voce del Berklee Award Group per l’edizione 2006-2007 di Umbria Jazz Winter. Attiva nel circuito jazz nazionale, collabora con Alessandro Fraternali, Alessandro Tomei, Paride Furzi, Matteo Camera, Tazio Forte, Martino Vercesi, Gabriele Pelli, Marcello Testa, Marcello Turcato, Tito Mangialajo Ranzer, Gigi Andreone, Renato Tassiello e Andrea Rogato (con questi ultimi per la “Orange Blues Band”). Grazie alle collaborazioni con il chitarrista Peter Autschbach ha anche pubblicato un CD nel 2009, dal titolo “Summer Breeze”. “Ukulele Fairy Tales” è il suo ultimo progetto discografico di classici jazz/blues.

Martino Vercesi è un chitarrista e didatta stimato tra i più interessanti e versatili chitarristi italiani. Oltre alle doti tecnico-strumentali in lui si esprime una profonda conoscenza del linguaggio jazz e una personalità forte e definita, che fa di lui un solista d’eccezione e nel contempo accompagnatore di rara sensibilità. Ha scritto “A Method For Modern Guitar”, pubblicato nel 2006 da Sinfonica Jazz. Ha suonato in numerosi teatri, tenendo recital solistici di chitarra classica. Ha collaborato con diversi musicisti di fama nazionale come Luigi Bonafede, Tony Arco, Giovanni Falzone, Marco Vaggi, Sandro Cerino, Fabrizio Trullu, Ares Tavolazzi, Luca Dell’Anna, Mauro Battisti, Walter Calloni, Marcello Testa, Marco Micheli, Ferdinando Faraò e Danilo Gallo fra gli altri. Ha suonato presso alcuni dei più importanti teatri e jazz club nazionali e internazionali, come il Blue Note Milano, Auditorium “G. Verdi” Milano, Porgy and Bess Vienna, Jazz Club Chur Jazz Club Torino. Ha ricevuto lusinghiere recensioni su riviste specializzate e ha al suo attivo diverse pubblicazioni sia come solista che come sideman.

INFO

www.monjazzfest.it

Abbonati a Jazzit a soli 29 euro cliccando qui!