Ultime News

Locomotive Jazz Festival 2021

Locomotive Jazz Festival 2021

29 luglio 2021

Dal 29 luglio al 5 agosto torna uno dei festival più attesi dell’estate del jazz italiana, il Locomotive Jazz Festival, che anche quest’anno presenta un ricchissimo programma con più di venti concerti nei luoghi più belli e suggestivi del Salento, partendo da Sogliano (LE), che ospiterà la prima parte del festival, dal 29 al 31 luglio, fino all’Area Archeologica di Roca e Grotta della Poesia, dove si terranno gli ultimi concerti, dal 1 al 5 agosto.

Il tema scelto per questa XVI edizione è “Archeologie” che, come ha dichiarato il direttore artistico della manifestazione Raffaele Casarano, «richiama quell’idea e quell’esigenza di riscoprirci dopo più di un anno di pandemia e rappresenta un’occasione per riportare alla luce le nostre origini, raccontare il territorio e ridisegnare un futuro migliore». «La musica torna a suonare – continua Casarano – l’immaginazione e la meraviglia di questi luoghi faranno tutto il resto».

Il Locomotive è un festival da sempre attento alle tematiche legate al sociale, all’ambiente, al rispetto del proprio territorio e ai giovani, e dopo aver abolito la plastica e la carta, da quest’anno è entrato a far parte della rete dei Festival Jazz italiani ecosostenibili “Jazz takes the green”, grazie anche alla collaborazione con Links per la gestione dei contenuti digitali e con Cam per l’utilizzo di automobili di servizio elettriche.

Sono previste inoltre anche quest’anno tante interessantissime iniziative legate al festival: il Locomotive Giovani, che dà ai giovani musicisti la possibilità di seguire un percorso di formazione alternativo agli studi accademici, nonché di aprire i concerti di grandi artisti del panorama jazzistico italiano e internazionale; il progetto “Cime di Rapa” che, con la collaborazione di Food Truck, desidera formare ragazzi provenienti da ogni angolo del mondo, facendo conoscere loro le tradizioni enogastronomiche del territorio, il mondo della cucina e dello street food. Infine, grazie alla cooperazione con la onlus “L’Integrazione”, il Locomotive può fregiarsi del marchio nazionale “Abilfesta”, che garantisce la più completa accessibilità a tutte le persone disabili.

Si comincia, quindi, giovedì 29 luglio con la prima delle tre giornate a Sogliano Cavour (LE). La mattina alle 10.30, al Parco della Poesia, si terrà il laboratorio “Sounds Good”, in collaborazione con il progetto “Cime di Rapa”, e il Locomotive Kids “La musica riciclata”, a cura di Hakuna Matata Clown. Alle 22.30 in Piazza Armando Diaz, l’inaugurazione del festival è affidata al violinista Alessandro Quarta, che renderà omaggio ad Astor Piazzolla, in occasione del centenario della sua nascita; il concerto sarà preceduto alle 21.00 dalla performance della formazione leccese “Musica Plastica” per Locomotive Giovani.

Venerdì 30 luglio alle 22.30 in Piazza Armando Diaz, concerto della cantante Simona Molinari, nell’ambito del tour “Simona Molinari Live – Estate 2021”, anticipato alle 21.00 dai “No Jazz”.

A Sogliano Cavour, sabato 31 luglio, dopo i consueti laboratori della mattina, appuntamento alle 19.00, presso la biblioteca comunale, per la presentazione dell’enciclopedia web “Il Saxofono Italiano”, a cura del M° Fabio Sammarco, seguita dalla sonorizzazione “Saxcelle” del sassofonista Diego Vergari e del violoncellista Antonio Aprile. Alle 21.00, sempre per Locomotive Giovani, sarà la volta della formazione Indigenous People, seguita alle 22.30 dal concerto del quartetto di Paolo Jannacci intitolato “In concerto con Enzo”, un tributo alla figura del mitico padre Enzo Jannacci, e una straordinaria occasione per ascoltare il repertorio originale del bravissimo figlio Paolo.

Il Locomotive Jazz Festival si sposterà poi nell’Area Archeologica di Roca e a Grotta della Poesia.

Domenica 1 agosto, la mattina alle 11, presso la chiesa San Vito di Roca Nuova, concerto-laboratorio di archeologia divulgativa e imitativa dal titolo “Suoni della Preistoria”, dedicato ai bambini e agli adulti, con il contributo musicale “Lights from a window” del chitarrista Nicolò Gambino. Alle 20.00 il “Tramonto Locomotive” è affidato alla formazione francese Inui; a seguire, alle 22.30, il concerto “Morricone Stories” del quartetto di Stefano Di Battista, un omaggio speciale del sassofonista al compositore e premio Oscar Ennio Morricone.

Lunedì 2 agosto, la mattina alle 11, presso la chiesa San Vito di Roca Nuova, durante il concerto-laboratorio di archeologia divulgativa dedicato ai bambini e agli adulti, intitolato “Archeologie sonore”, il direttore artistico del festival Raffaele Casarano si esibirà in sax solo. Alle 21.30, Dhafer Youssef “Sounds of Mirrors” incontra il sax di Raffaele Casarano e la batteria di Adriano Dos Santos. Un dialogo a tre, inedito e affascinante, tra il cantante e suonatore di oud tunisino, il batterista di origini brasiliane e il sassofonista direttore artistico del Locomotive.

Martedì 3 agosto, la mattina alle 11, a Roca Nuova, presso la chiesa di San Vito, concerto-laboratorio di archeologia divulgativa imitativa “Archeolojazz”, che vedrà come protagonista Mirko Signorile in piano solo. Alle 21.00 salirà sul palco il duo del sassofonista Rosario Giuliani e del pianista Pietro Lussu, che presenteranno “Tribute to Bird”, straordinario omaggio a Charlie Parker, mentre alle 22.45 andrà in scena il Perfect trio del batterista Roberto Gatto.

Infine, come ogni anno, gran finale del festival con Alba Locomotive, con la co-direzione artistica di Giuliano Sangiorgi: la protagonista di quest’anno sarà la cantante Nina Zilli, che nella notte tra il 4 e il 5 agosto, nell’Area Archeologica di Roca, si esibirà in questo attesissimo evento accompagnata dal sax di Raffaele Casarano, dal piano di Mirko Signorile, dalle percussioni di Alessandro Monteduro, dal contrabbasso di Giorgio Vendola e dalla batteria di Maurizio Dei Lazzaretti.

INFO

www.locomotivejazzfestival.it

 

Abbonati a Jazzit a soli 29 euro cliccando qui!