Ultime News

La nuova stagione del Milestone Live Club

La nuova stagione del Milestone Live Club

Il 19 febbraio del 2020 è stata una data significativa per il Milestone Live Club perché in quella ormai lontana serata di febbraio dello scorso anno vi si è svolta l’ultima finale del Concorso Bettinardi dedicata ai cantanti prima della lunghissima chiusura causata dalla pandemia.

Il locale era pieno di gente in ogni ordine di posto, ci sono state belle esibizioni da parte delle concorrenti in gara, il clima era festoso e con lo sguardo rivolto all’imminente festival che sarebbe dovuto partire da lì a pochi giorni.

La storia, come si sa, è andata diversamente, in un lampo le esistenze di tutti sono state stravolte, il Milestone, a lungo chiuso nel corso dell’emergenza pandemica, nel frattempo ha provato varie formule alternative di eventi in streaming per cercare di continuare a garantire il miglior servizio possibile al proprio pubblico e al mondo della musica jazz.

E il 6 novembre scorso, dopo gli straordinari eventi del Jazz Fest, il club ha riaperto le porte e ha inaugurato una nuova stagione di concerti, la quindicesima di attività dalla sua apertura.

Per il momento è stato definito il programma fino alla fine dell’anno, ma già si sta lavorando sul resto della stagione, che coprirà la prima metà del prossimo anno fino all’estate.

La programmazione è come sempre frutto di un ascolto attento delle proposte musicali in circolazione da parte dei membri della commissione artistica del Milestone.

L’obiettivo a cui si tende è quello di portare sul palco il meglio del panorama jazzistico nazionale, favorendo anche mini-tour di gruppi che vengono da lontano, grazie alla rete dei club italiani di cui il Milestone fa parte.

La formula è quella di uno spettacolo unico, perlopiù di sabato sera alle 21.30 (tranne che per un’eccezione), a ingresso gratuito con tessera del club (o ANSPI) oppure con un biglietto del costo di 10 euro, oltre la tessera, che si potrà ottenere direttamente sul posto.

Il nuovo programma è partito sabato 6 novembre con il travolgente trio di Antonio Faraò, ospite praticamente fisso delle ultime stagioni del Milestone, che si è esibito insieme al bassista Ameen Saleem e al batterista Maxx Furian.

Il sabato successivo, 13 novembre, è stata la volta della sassofonista e cantante Helga Plankensteiner, in scena con il suo quintetto in uno spettacolo dedicato alla musica di Jelly Roll Morton.

Sabato 20 novembre prima volta al Milestone del sassofonista Dario Cecchini, ideatore e fondatore dei Funk Off, che con il suo quartetto “Jazzasonic”, completato da Claudio Filippini al piano e tastiere, Gabriele Evangelista al contrabbasso e Stefano Tamborrino alla batteria, ha esplorato straordinari territori a cavallo tra funk, jazz e sonorità moderne.

Il mese di novembre si è chiuso, cambiando sia giorno che orario, domenica 28 alle 18.30 con la giovane sassofonista Sophia Tomelleri, fresca vincitrice del Premio Massimo Urbani, che è andata in scena insieme al suo quartetto formato da Simone Daclon al pianoforte, Alex Orciari al contrabbasso e Pasquale Fiore alla batteria.

A dicembre saranno tre i concerti in programma. Sabato 4 torna a grande richiesta il trombettista Emilio Soana che con il suo quintetto presenterà il progetto “Bird lives!”, che fa riferimento alla scritta comparsa su diversi muri del Greenwich Village di New York poco dopo la prematura scomparsa del mitico Charlie Parker, avvenuta nel 1955. “Bird Lives!” racconta la vita del geniale sassofonista statunitense attraverso le sue più note composizioni, che ci restituiscono l’immagine di una leggenda al di fuori degli schemi, ma fin troppo umana nei suoi incontrollabili eccessi. Sul palco il quintetto di Emilio Soana, prima tromba per eccellenza di molte big band italiane ed europee, che costituisce uno dei riferimenti assoluti delle generazioni italiane dello strumento, affrontando con perizia strumentale e originalità artistica ogni genere musicale. Soana sarà affiancato da Gabriele Comeglio al sax alto, Claudio Angeleri al pianoforte, Marco Esposito al basso e Federico Monti alla batteria.

Sabato 11 il palco del club di via Emilia Parmense ospiterà il fenomenale duo composto da Giovanni Guidi al pianoforte e Francesco Bearzatti al sax tenore e clarinetto, in un travolgente live basato quasi esclusivamente su composizioni originali e sviluppato senza soluzione di continuità, con un’intesa quasi telepatica tra i due musicisti, un sentire comune che si traduce in un pensiero melodico asciutto alla cui base ci sono, seppur filtrati attraverso una sensibilità europea, gli elementi distintivi del linguaggio jazzistico: senso del blues, swing, pronuncia, articolazione del fraseggio anche in chiave ritmica, improvvisazione che si trasforma in composizione istantanea. Il percorso pianistico alterna fluidi arpeggi, ostinato ossessivi, impianti di matrice modale, progressioni ritmico-armoniche di ispirazione popolare, frasi guizzanti ma essenziali e improvvise deviazioni atonali arricchite da cluster. Un terreno capiente e fertile su cui Bearzatti può innestare fraseggi avvolgenti, penetranti, alimentati da un suono che affonda le radici – anche e soprattutto per l’uso del soffiato, degli armonici e dei sovracuti – in un humus impregnato di blues e di elementi desunti da maestri come Ben Webster, Archie Shepp, Albert Ayler e Dewey Redman.

Sabato 18 torna infine un grande classico del Milestone Live Club, quello degli auguri natalizi da parte dei gruppi e delle voci della Milestone School of Music, un appuntamento gioioso e goliardico per farsi gli auguri di Natale e brindare all’arrivo di uno splendido anno nuovo.

INFO

www.piacenzajazzclub.it/programma-milestone

Abbonati a Jazzit a soli 29 euro cliccando qui!