Ultime News

Israel Varela
Frida en Silencio
Forward Music Italy, 2021

Israel Varela<br/>Frida en Silencio<br/>Forward Music Italy, 2021

14 luglio 2021

Esce oggi “Frida en Silencio”, il nuovo album del compositore, batterista, vocalist e producer messicano Israel Varela, vincitore dell’Euro Latin Grammy Award e annoverato tra i più importanti esponenti internazionali del flamenco jazz.

Il disco, pubblicato dall’etichetta Forward Music Italy, è il decimo lavoro discografico di Varela, ed è dedicato alla rivoluzionaria pittrice messicana Frida Kahlo, la cui arte, attraverso le parole scritte nelle lettere indirizzate all’amato marito Diego Rivera, rivive nel disco composto da dodici brani interpretati da Varela insieme ad alcuni tra i più grandi musicisti del panorama jazzistico italiano e internazionale.

Batteria, percussioni, pianoforte, sax, contrabbasso, archi e oggetti simbolici vengono utilizzati  percussivamente in maniera straordinaria in questo album eccezionale dal punto di vista tecnico, espressivo ed emozionale, uniti al suono della danza “percussiva” della danzatrice Karen Rubio Lugo, innovatrice e sperimentatrice del flamenco moderno.

Recitate da Karen Rubio Lugo e intonate dalla splendida voce di Israel Varela, le parole di Frida sono il leit motiv del disco, che è stato concepito proprio in Messico, durante la visita alla celebre Casa Azul della pittrice. La vita della grande artista è dunque raccontata dalla musicalità e dalla personalità fuori dal comune del virtuoso batterista.

Le comuni radici messicane (Varela è originario di Tijuana, Lugo di Guadalajara), espresse anche nel loro esplosivo progetto in duo “Made In Mexico”, danno a questo disco una profondità in più: amore, passione, nostalgia e presagi fanno parte dell’arte di Frida Kahlo come di quella di Israel Varela, che per questo disco ha voluto con sé grandi artisti internazionali, insieme a straordinari talenti del nuovo jazz italiano.

Due stelle del pianismo mondiale, Shai Maestro e Rita Marcotulli, legati a Varela da tante collaborazioni live e discografiche (Marcotulli con Varela ha stretto un sodalizio in duo con il disco “Yin and Yang” realizzato con la Cam Jazz), l’incredibile sassofonista statunitense Ben Wendel, il celebre chitarrista francese/vienamita Nguyên Lê, il grande contrabbassista francese Michel Benita, il bassista spagnolo Julian Heredia, i tre artisti messicani Humberto Flores, Luis Villalobos, Rudyck Vidal, la cantante Serena Brancale, che per questo disco firma il brano Silencio, il pianista Claudio Filippini, i contrabbassisti Jacopo Ferrazza e Giuseppe Romagnoli, la vocalist Paola Repele e il giovanissimo Josei Varela. Un ensemble di grandissimo livello artistico che sarà protagonista di un lungo tour, a partire da luglio con le prime date italiane, fino al 2022 con la tournée internazionale tra Stati Uniti, Asia e Europa.

La vita di Frida Kahlo, nata nel 1907 a Coyoacán in Messico è stata caratterizzata da passioni e sventura. Ribelle, insofferente delle costrizioni e nemica del nazismo, fu obbligata dalla sua colonna vertebrale bifida e da un incidente d’autobus a subire innumerevoli operazioni chirurgiche. Ogni volta costretta per mesi a letto, dipingeva semiseduta, concentrandosi sul tema dell’autoritratto, sempre più crudele e primitivo, nonostante la bellezza del suo viso e delle trecce, costantemente attorniate da fiori. Oltre al grande amore Diego Rivera, Frida ebbe relazioni con l’artista André Breton e con Lev Trotsky. Morì a causa delle sue condizioni fisiche nel 1954, a soli 47 anni, mentre preparava una mostra a Città del Messico.

Registrato negli splendidi Forward Studio di Grottaferrata, con ulteriori incisioni realizzate a New York, Los Angeles, Parigi, Granada, Monterrey, Minnesota, Mexico D.F., il disco “Frida en silencio” si distingue per il suo lirismo e le sonorità ariose quanto passionali, per lo stile personale che rispecchia il pensiero artistico di Israel Varela, per le tematiche profonde e universali. Una vera e propria esperienza per chi lo ascolta, a partire dalle radici della cultura messicana, passando per il jazz contemporaneo e il flamenco.

Il 25 giugno è uscito il primo singolo Espejo de la Noche, con un videoclip realizzato dal vivo con la danza di Karen Lugo e un quartetto d’archi.

Israel Varela, che ha visto le sue musiche arrangiate ed eseguite dalla OSEM-Orchestra Sinfonica dello Stato del Messico, traccia con questo decimo album una summa delle grandi esperienze di tutta la sua carriera, e apre le porte ad un’ulteriore nuova sperimentazione.

Da decenni impegnato in tour mondiali che hanno toccato oltre trenta Paesi, sui palchi dei più grandi teatri e festival jazz, Israel Varela ha creato un suo stile strumentale e compositivo che coniuga in maniera assolutamente perfetta jazz, latin e flamenco. La sua voce ha il potere di incantare e rendere ancora più mistico e profondo il senso della sua musica, arricchendo la sua ricerca di poesia, suono, ritmo ed emozione.

Tracklist

1.Veo Horizontes
2. Espejo de la noche
3.Autorretrato
4.Flores
5.Ausecia de ti
6.Colores de Tayen
7.Huye
8.Silencio
9.Lo que el agua
10.Elvenadito
11.Azul
12.Las dos Fridas

INFO

www.israelvarela.com

 

Abbonati a Jazzit con soli 29 euro cliccando qui!