Ultime News

Il festival Gezmataz festeggia vent’anni

Il festival Gezmataz festeggia vent’anni

12 luglio 2023

Il Gezmataz Festival compie quest’anno vent’anni e li festeggia dal 18 al 23 luglio con quattro grandi concerti di respiro internazionale tra il Porto Antico e Palazzo Ducale.

L’obiettivo del festival, diretto sin dalla sua fondazione da Marco Tindiglia, è quello di unire la didattica jazz a una programmazione concertistica di alta qualità, diffondendola il più possibile a Genova e in Liguria.

Il tema di quest’anno, che sarà il filo conduttore dei concerti della programmazione, sarà “contaminazioni”, prendendo ispirazione dalla città di Genova, una città portuale che accoglie e mescola le culture, mettendo insieme la qualità della tradizione e gli spunti offerti dall’innovazione. Questa è infatti da sempre la caratteristica più importante del Gezmataz Festival, che nel corso della sua storia ha affiancato nomi autorevoli del panorama jazz internazionale ad artisti giovani ed emergenti.

Il primo evento in programma si terrà a Palazzo Ducale nel Cortile Maggiore, il 18 luglio alle ore 18.30, con il trio composto da Florian Arbenz, Hermon Mehari e Nelson Veras. Nel corso di una carriera che dura da più di venticinque anni, il batterista e percussionista Florian Arbenz si è costruito una reputazione non solo come abile musicista, ma anche come collaboratore creativo. Questo aspetto è evidente nel suo nuovo trio, che riunisce due colleghi musicisti, il trombettista Hermon Mehari e il chitarrista Nelson Veras, il ​​cui concetto ritmico e la visione armonica portano l’ascoltatore in un viaggio che spazia da assoli hard-swing e improvvisazioni libere a paesaggi sonori sognanti. Questa formazione leggermente insolita di chitarra, tromba e batteria potrebbe, a prima vista, perdere uno strumento basso. Ma nonostante le sfide, la creatività dei musicisti, così come l’aggiunta da parte di Florian di strumenti a percussione personalizzati che coprono questa gamma, rendono l’ascolto decisamente affascinante.

La seconda data del festival si terrà il 21 luglio alle ore 21.00, come di consueto al Porto Antico, nel palco sul mare di Piazza delle Feste, su cui il CelloSam3aTrio guidato dal violoncellista brasiliano Jaques Morelenbaum, con special guest Paula Morelenbaum, porterà in scena le sonorità della samba. Il violoncellista, compositore, arrangiatore, direttore e produttore brasiliano Jaques Morelenbaum, con il suo CelloSam3aTrio, porta nella samba un sapore intimo di musica da camera, esaltato da due immensi talenti brasiliani: il chitarrista Lula Galvão e il batterista Rafael Barata. Con loro, sul palco del Gezmataz Festival 2023 anche la guest star Paula Morelenbaum, raffinata cantante. Tra gli innumerevoli stili musicali sviluppatisi in Brasile, la samba è quello che meglio rappresenta la vasta diversità culturale di questo paese. Il perfetto mix tra influenze africane, europee e native brasiliane, ha portato a questa onda ritmica e musicale piena di sensualità, grazia melodica e raffinatezza armonica, che affascinano gli amanti della musica sia per le delizie della danza che per la degustazione estetica e l’approfondimento spirituale. Da Heitor Villa Lobos in poi, il violoncello è diventato uno degli strumenti musicali iconici del Brasile. Il suo timbro dolce e romantico, l’incredibile somiglianza del suo suono con la voce umana, la sua naturale flessibilità tra articolazioni oscillanti e pura poesia, fanno sì che questo strumento di origine europea assuma un’identità indiscutibilmente brasiliana. Il violoncello è stato sempre amato e utilizzato come mezzo espressivo molto particolare (e peculiare) da grandi compositori brasiliani, come Antonio Carlos Jobim, Egberto Gismonti, Caetano Veloso e Gilberto Gil, tra gli altri. Combinando tutti questi elementi, Jaques Morelenbaum offre una visione panoramica della samba, dalle sue radici ai giorni nostri, interpretando composizioni di Dorival Caymmi, Jacob do Bandolim, Antonio Carlos Jobim, Newton Mendonça, Carlos Lyra, João Gilberto, Caetano Veloso, Gilberto Gil, João Donato, Egberto Gismonti, nonché opere di una nuova generazione di compositori, come Luisão Paiva e Lula Galvão, oltre alle loro composizioni originali.

Il 22 luglio, sempre al Porto Antico di Genova alle ore 21.00, si esibirà un altro grande trio formato da Danilo Perez, John Patitucci e Adam Cruz. Danilo Pérez è il protagonista di questo fantastico trio, pronto a incantare il pubblico del festival: artista per la pace Unesco e ambasciatore culturale nella Repubblica di Panama, è fondatore e direttore artistico del Panama Jazz Festival, nonché del Berklee Global Jazz Institute del Berklee College of Music di Boston. John Patitucci, uno dei più grandi bassisti del jazz contemporaneo, vincitore di due Grammy Awards e con oltre quindici nomination, ha legato il suo nome ai più grandi artisti della storia della musica jazz; solo per citarne alcuni Chick Corea, Wayne Shorter, Pat Metheny, Stan Getz, Herbie Hancock, Freddie Hubbard e molti altri ancora. Il batterista, compositore ed educatore Adam Cruz è nato a New York ed è stato una forza creativa vitale sulla scena jazz internazionale negli ultimi due decenni. Nel corso della sua illustre carriera come batterista, Adam ha suonato e registrato con noti artisti come Danilo Perez, Tom Harrell, McCoy Tyner, Chick Corea, Pharaoh Sanders, John Patitucci, Eddie Palmieri, Joanne Braackeen, Chris Potter, Edward Simon, Steve Wilson, Charlie Hunter e Lee Konitz.

Il 23 luglio infine, alle ore 21.00, si terrà un concerto benefico a favore della Comunità di Sant’Egidio, che avrà come ospiti la “Nuova Generazione Jazz”, i giovani musicisti del Conservatorio Nicolò Paganini di Genova e del Liceo Musicale Sandro Pertini. Il Gezmataz Festival ha da sempre avuto infatti come obiettivo la creazione di spazi in cui la creatività emergente potesse esprimersi al meglio.

I concerti del Gezmataz Festival però non si fermeranno qui. Sempre con l’obiettivo di diffondere il più possibile la musica jazz in Liguria, seguiranno concerti dislocati in vari luoghi della regione. Un concerto al mese, a partire dal mese di agosto e fino a fine anno, che vedrà alternarsi su vari palchi artisti di qualità, dagli emergenti più ricercati dell’attuale scena jazz italiana e internazionale ad artisti navigati e amati dal pubblico.

Fondata nel maggio del 2005, l’Associazione Culturale Gezmataz, con Presidente Bruno Vitali e direttore artistico Marco Tindiglia, ha per oggetto lo studio, la produzione e la diffusione della musica nelle sue differenti espressioni, nella convinzione che essa possa condurre a un miglioramento culturale e sociale. L’Associazione Gezmataz non ha scopo di lucro e opera principalmente in campo musicale e didattico. Organizza eventi di musica jazz nei comuni di Genova e Santa Margherita Ligure, produce Gezmataz Festival & Workshop e collabora alla realizzazione del workshop all’interno del Festival Jazz di Laurino (Salerno). Le attività dell’associazione sono realizzate in collaborazione con la Porto Antico spa e il Comune di Genova, la Regione Liguria, Ports of Genoa e altri numerosi partner, fra cui la Compagnia di San Paolo. Gezmataz aderisce inoltre al circuito Sistema Musica Genova, il nuovo network di promozione e condivisione degli eventi, dei festival, delle stagioni e delle rassegne musicali proposte a Genova.

(testo a cura di Rosario Moreno)