Ultime News

Cose da chitarristi vol. 3:
Corey Christiansen

Cose da chitarristi vol. 3:  </br>Corey Christiansen

«I never practice my guitar — from time to time I just open the case and throw in a piece of raw meat.»

Wes Montgomery

Come vi scrivevo qualche puntata fa, tra i chitarristi contemporanei che mi piace ascoltare inserisco nella mia personalissima top five Corey Christiansen. Eccellente didatta (imperdibile per i chitarristi il suo manualetto che spiega gli accordi quartali), mi ha molto colpito il suo ultimo disco, “Lone Prairie“, (ORIGIN, 2013). Si tratta di un album dal sound molto moderno e allo stesso tempo saldamente ancorato nella tradizione.

Un ottimo esempio è la traccia di apertura, Dying Californian, apparentemente ispirata al più tipico stile dei primi anni 70 e costruita su una una vamp modale che ruota intorno a un Sol maggiore lidio. In verità il brano è  un classico inno scritto nel 1859 da Ball & Drinkard su testo di Kate Harris.

In origine la composizione prevedeva quattro strofe uguali, ma Christiansen organizza la sua versione in questa maniera per trasformarla in una struttura AABA:

8 battute intro
8 battute tema -A-
4 battute interludio
8 battute tema -A’-
4 battute interludio
9 battute -B- (sostanzialmente il tema della sezione A traslato per adattarsi ad accordi diversi)
8 battute tema  -A”-
4 battute interludio – ai soli

img

Nello stesso stile modale è un altro brano interamente basato su una vamp in Dom7, California Widow. Impossibile (almeno per me!) non appassionarsi ai mondi sonori esposti da Christiansen e dalla sua band.

img

Buon ascolto!