Ultime News
Al via Jazzinsieme 2024, il festival che porta a Pordenone il meglio del jazz mondiale

Al via Jazzinsieme 2024, il festival che porta a Pordenone il meglio del jazz mondiale

18 maggio 2024

Ai nastri di partenza la sesta edizione di Jazzinsieme, il festival che dal 2019 porta a Pordenone il meglio della musica jazz mondiale e non solo, e che quest’anno si terrà dal 23 maggio al 2 giugno. Undici giorni di festival musicale diffuso, che animerà il centro storico di Pordenone con concerti a ingresso libero e a pagamento in Piazzetta Calderari e nei locali cittadini, DJ set in location esclusive, approfondimenti, visite guidate a tema e molto altro ancora.

Grande emozione da parte degli organizzatori Giorgio Ivan e Vincenzo Barattin, rispettivamente presidente e direttore artistico dell’Associazione Culturale Blues In Villa APS, promotrice dell’evento, nel raccontare il festival che verrà: «Il nostro festival cittadino continua ad affermarsi sulla scena delle rassegne jazz e non solo», afferma il presidente Giorgio Ivan, «Jazzinsieme sta diventando un evento per cui vale la pena prendersi una vacanza, e a questo proposito le collaborazioni che abbiamo attivato con il tessuto cittadino, le attività commerciali, gli attori del turismo e gli enti locali e regionali sono davvero essenziali. Un ringraziamento sentito va al Comune di Pordenone, alla Regione Friuli Venezia Giulia, agli altri enti istituzionali e agli importanti partner privati per il loro contributo nella realizzazione di questo evento. Siamo inoltre felici della nuova amicizia stretta con gli udinesi di “More Than Jazz”, con cui realizziamo due concerti in collaborazione».

Un commento sul ricco programma arriva dal direttore artistico, Vincenzo Barattin: «Come sempre puntiamo a un programma di qualità più che mai variegato, che spazia lungo tutto lo spettro del jazz e i suoi derivati: dal neo-soul al funk, dal jazz-fusion all’elettronica, fino al rock con un pizzico di punk. Nomi consolidati ed emergenti della scena apriranno il percorso fino alla serata clou del festival, con l’inedito trio di leggende viventi Calderazzo-Patitucci-Weckl. Tornano anche gli irrinunciabili approfondimenti musicali e le visite guidate tematiche con Enrico Merlin, e non mancheranno i DJ set e i live club che animeranno i locali della città».

Supporta il progetto anche l’amministrazione comunale, rappresentata dal vicesindaco e assessore alla cultura, grandi eventi, istruzione e politiche giovanili Alberto Parigi, che portando i saluti delle istituzioni commenta con entusiasmo: «Anche quest’anno Jazzinsieme trasforma Pordenone in capitale del jazz. E unisce i grandi concerti nell’arena di Piazzetta Calderari a un programma articolato in visite guidate alla città, incontri di approfondimento musicale, aperitivi e dj set. Una proposta intelligente e multiforme che, utilizzando il filo conduttore delle note, diventa leva per promuovere la cultura, il turismo, il gusto di stare insieme. Accanto all’obiettivo di offrire una rassegna di prim’ordine, con band e artisti di livello mondiale, Jazzinsieme valorizza e coinvolge la città e il territorio attraverso eventi studiati ad hoc anno dopo anno. Questa edizione, in particolare, guarda alla solidarietà. Nasce così il concerto al CRO di Aviano per pazienti e familiari, testimonianza dello spirito che anima i promotori. Anche per questo Jazzinsieme è molto più di un festival musicale. Ed ecco perché a Giorgio Ivan, Vincenzo Barattin, Enrica Mascherin e ai loro collaboratori va il sostegno convinto del Comune di Pordenone».

Si salda inoltre sempre di più il legame della manifestazione con il settore turistico: grazie alla collaborazione tra Jazzinsieme, Promoturismo FVG e Pordenone Turismo, in occasione del festival chi soggiornerà almeno una notte in una delle strutture convenzionate con il consorzio riceverà in regalo la FVG CARD e potrà assistere gratuitamente ai concerti e scoprire il Friuli Venezia Giulia tramite mostre, attività e siti di interesse in tutta la regione.

IL PROGRAMMA

Il programma di Jazzinsieme 2024 sarà un crescendo di eventi che porteranno alle giornate clou del festival, in cui si susseguiranno i concerti in Piazzetta Calderari e le altre attività fino al 2 giugno.

Si parte giovedì 23 maggio al PalaGurmé, dove a partire dalle ore 18:30 DJ SirTaylor animerà l’aperitivo in terrazza che inaugurerà l’edizione 2024 di Jazzinsieme. Un’occasione per sentirsi sul rooftop di un grattacielo newyorkese, tra cocktail, finger food e selezioni musicali ricercate. L’evento è organizzato in collaborazione con The Italian Affair. Ingresso libero.

Mercoledì 29 maggio invece si terrà il concerto solidale di questa edizione presso il CRO di Aviano, con le fisarmoniche del Duo Dissonance che presenteranno un repertorio di colonne sonore tratte da celebri pellicole della storia del cinema, riarrangiate con gusto. Il concerto, dedicato esclusivamente ai pazienti della struttura, vuole mettere in evidenza il fortissimo valore sociale della musica e della cultura come strumenti capaci di alleviare i dolori, trasportando chi ascolta in luoghi lontani e meravigliosi.

MAIN STAGE in Piazzetta Calderari

Appuntamento giovedì 30 maggio, alle ore 20:30, per il primo degli eventi sul main stage del festival, con LeBron Johnson, in una serata sovraccarica di energia. Il giovanissimo e fresco nuovo volto del neo-soul in Italia presenta in tour il suo album “Anonymous”, in cui mescola soul, funk, rock e blues. In apertura, il duo veronese Giudi & Quani incendierà il pubblico con un mix esplosivo di rock, blues, soul e punk. Ingresso libero.

Serata all’insegna del funk sfrenato venerdì 31 maggio, alle 21:30, con The Next Movement, un trio di incredibili musicisti svizzeri che da anni fanno saltare e ballare il pubblico nei festival di mezza Europa, incassando diversi sold-out e registrando partecipazioni a grandi festival internazionali mentre celebrano il “glorioso ritorno del funk”. Biglietto intero € 15,00 + D.P. / Biglietto ridotto € 12,00 + D.P.

The Next Movement – Photo Credit To Marco Grob

Soul e sperimentazione saranno gli ingredienti della serata di sabato 1° giugno, che inizierà alle 20:30. La protagonista è l’artista inglese Izo FitzRoy, nell’unica tappa italiana del tour di presentazione del suo nuovo album “A Good Woman”. Con lei si esibirà una band e un coro che esprimono l’amore per il soul e il gospel, mescolandoli a elementi funk, folk e rock. Aprirà il concerto il local hero Rob Daz, con il nuovo progetto solista “Aequilibrium”, in cui utilizza synth e tromba per creare nuove sonorità in equilibrio tra jazz e musica elettronica. L’evento è organizzato in collaborazione con More Than Jazz. Biglietto intero € 18,00 + D.P. / Biglietto ridotto € 15,00 + D.P.

Izo FitzRoy – Photo Credit To Kenny McKracken

E per concludere, le leggende. Appuntamento domenica 2 giugno, alle 21:30, per il concerto più atteso di Jazzinsieme 2024, che molti appassionati aspettano da mesi. Sul palco un trio di nomi da capogiro: Joey Calderazzo, John Patitucci e Dave Weckl, tre musicisti che hanno segnato la storia del jazz, vincitori di premi individuali e che hanno partecipato a progetti assolutamente memorabili, per la prima volta in tour insieme. Biglietto intero € 30,00 + D.P. / Biglietto ridotto € 27,00 + D.P.

Ogni sera, a partire dalle 19, l’area concerti sarà aperta al pubblico con un DJ set pre-concerto a base di black music a cura di Selezioni in Nero – Groove Radiodiffuso, il programma musicale del giovedì sera su Radio Gamma 5, storica radio FM padovana indipendente dal 1976. Nell’area del main stage sarà allestito anche un punto di ristoro a cura dell’Azienda Agricola ELIO, in cui si potranno degustare i vini biologici prodotti dall’azienda, accompagnati da prodotti tipici del territorio.

In caso di pioggia i concerti del main stage si svolgeranno al Capitol.

EVENTI COLLATERALI

Oltre alla programmazione del main stage, Jazzinsieme ha reso anche quest’anno il programma più profondo e strutturato grazie agli eventi collaterali disseminati nei due weekend del festival. Protagonista assoluta sarà sempre la musica, approfondita nei suoi vari aspetti attraverso le parole del musicista, compositore e storico della musica Enrico Merlin. I sabati e le domeniche dal 25 maggio al 2 giugno avranno quindi due appuntamenti fissi.

Alle 11:00 si terranno le visite guidate alla città con la formula “Jazz Icons”: accompagnati da Enrico Merlin e da guide turistiche professioniste, i turisti potranno scoprire nuovi angoli di Pordenone e personaggi che hanno fatto la storia della musica del Novecento, quest’anno ritratti a fumetti grazie alla collaborazione con PAFF! International Museum of Comic Art. I percorsi, organizzati in collaborazione con PromoTurismo, Pordenone Turismo e Rotary Pordenone, partiranno dalla loggia del Municipio.

Alle 17:00, presso Palazzo Badini nello Spazio Oesse, si terranno invece gli approfondimenti musicali, appuntamenti di spettacolo e divulgazione in cui Enrico Merlin, attraverso aneddoti e storie raccontate con il suo stile accattivante e coinvolgente, esplorerà vita e caratteristiche di artisti e generi musicali. Gli argomenti in programma saranno Jimi Hendrix, John Coltrane, gli elementi fondativi della musica e la nascita ed evoluzione di rap e hip-hop. Per informazioni sulle modalità di accesso e prenotazione degli eventi collaterali visitare il sito jazzinsieme.com.

JAZZINSIEME CLUB LIVE – Per prepararsi alle grandi serate

La caratteristica forma di festival diffuso di Jazzinsieme prevede anche una serie di eventi nei locali della città, che entrano a far parte della rete di attori che partecipano alla rassegna. Quest’anno sono sei i locali di Pordenone che dal 30 maggio al 1° giugno si trasformeranno in jazz club in cui sorseggiare drink speciali ascoltando ottima musica, mentre si aspettano i grandi concerti della serata: la Prosciutteria F.lli Martin, il Cafe Arbat, il Caffè Municipio, Il POSTO di Follador, il Caffè Letterario e Le Ciaccole. Il programma dei Jazzinsieme Club Live è disponibile sul sito jazzinsieme.com.

JAZZINSIEME – La storia del jazz a Pordenone

La storia di Jazzinsieme inizia negli anni Ottanta, quando il sassofonista Gaspare Pasini fondò il festival jazz che ha portato il gotha del jazz mondiale a Pordenone in una manciata di edizioni: basti pensare che tra i protagonisti di questa prima fase del festival ci sono stati Woody Shaw, Joe Farrell, Tony Scott, Elvin Jones, Michael Brecker, Phil Woods, Chet Baker, Woody Herman e molti altri. 
Nel 2019 l’Associazione Culturale Blues In Villa APS ha deciso di ri-fondare il festival, mantenendo il logo e la linfa vitale originali e donando un nuovo jazz festival a Pordenone.

Le cinque edizioni già trascorse di Jazzinsieme hanno ospitato nomi del calibro di John Scofield, Billy Cobham, Richard Bona, Avishai Cohen, RYMDEN, Kurt Elling, Charlie Hunter, Fabrizio Bosso, Enrico Merlin, Gegè Telesforo, Gianpaolo Rinaldi Trio e Gianluca Petrella.

Jazzinsieme 2024 è realizzato dall’Associazione Culturale Blues In Villa APS con la collaborazione e il supporto di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Pordenone, Fondazione Friuli, Camera di Commercio Pordenone-Udine e importanti partner privati quali OESSE, Ricci Group, Banca 360 FVG e Salvadori Arte.

INFO

www.jazzinsieme.com

 

Abbonati a Jazzit a soli 29 euro cliccando qui!