Ultime News
Notes Are But Wind</br>Intervista a Dino Betti Van der Noot

Notes Are But Wind
Intervista a Dino Betti Van der Noot

http://englandfootballblog.com/2012/03/16/evra-over-confident-united-deserved-no-better-than-their-double-euro-disaster/ Disco dell’anno 2015 per la rivista Musica Jazz, “Notes Are But Wind” (Stradivarius, 2015) è il più recente lavoro di Dino Betti Van der Noot, compositore che a ottant’anni non smette di indagare soluzioni, possibilità, forme ed espressioni dell’ensemble orchestrale.

http://josehendo.com/product-category/bark/?add_to_wishlist=984

http://natalieglasson.com/from-your-birth-your-inner-child-develops-in-harmony-with-you/ Di Roberto Paviglianiti

http://natalieglasson.com/tag/celebration/feed/

Phentermine Online Prescription Consultation http://roxannapanufnik.com/news Notes Are But Wind” (Stradivarius, 2015) ti vede a capo di un’orchestra di venti elementi. Dove nasce la necessità di proseguire una carriera già così importante e longeva?
Ho bisogno di continuare una strada che ho iniziato anni fa: esplorare le possibilità della big band. In questo sono un po’ fuori dagli schemi abituali, perché mi interessa più costruire percorsi che esprimano determinate emozioni, favorendo l’intervento dei musicisti, che “giocare sull’attimo” del tecnicismo, come spesso avviene nel jazz in generale.

http://epmarketing.co.uk/wp-cron.php?doing_wp_cron=1564668594.4412798881530761718750

Buy Phentermine With No Prescription http://spectrumcil.co.uk/?p=699 In scaletta troviamo delle rielaborazioni e alcuni brani inediti.
Ci sono tre brani nuovi che rappresentano la mia evoluzione rispetto al passato, e ho poi rielaborato due brani usciti nel 1987 nell’album “They Cannot Know” (Soul Note, 1987), ai quali sono particolarmente affezionato. Uno perché molto gioioso e divertito, che è Order Original Phentermine Midwinter Sunshine, l’altro, Memories from a Silent Nebula, perché è il recupero di elementi antichi di musica gregoriana riportati in un contesto contemporaneo. In un album è opportuno variare il mood, deve esserci qualcosa che ti impegni e qualcosa che porti relax, l’orchestra ha bisogno di divertirsi, i musicisti devono avere il piacere di suonare: devono essere intensi e drammatici all’occorrenza, ma anche rilassati. Ho voluto rimettere mano a questo materiale perché mi interessava vedere come l’evoluzione del mio pensiero potesse mantenere una coerenza nel tempo, anche cambiando gli interpreti.

Phentermine Buy In The Uk

Phentermine In The Uk To Buy The Rest Is Music è dedicata a Giorgio Gaslini. Com’era il vostro rapporto?
Inizialmente era molto critico nei miei confronti, e aveva anche ragione. Facevo della musica allineata a quello che esisteva. Da un certo punto in poi, quando ho cominciato a comporre in maniera più libera dagli stilemi esistenti, mi ha incoraggiato e ha scritto cose bellissime a proposito della mia musica. Sono molto riconoscente nei suoi confronti.

Buy Adipex Columbus Ohio

Legal Buy Phentermine Internet In fase di registrazione che atmosfera si respirava tra i musicisti dell’orchestra?
Di divertimento, c’era il piacere di suonare. Eravamo molto concentrati, ma con il sorriso. Per realizzare un album come questo ci vuole molta collaborazione tra gli interpreti, anche perché alcune parti devono essere spiegate al momento, per far capire bene l’intenzione e il risultato da ottenere.

http://framerated.co.uk/tag/stan-levitt/

http://thebeachatbude.co.uk/beach-bar/2016-06-15_the-beach_david-griffen-photography-5195/feed/ Come hai scelto i musicisti da coinvolgere?
Per ottenere ciò che cerco la scelta dei musicisti è fondamentale. Devono essere pronti a dare un apporto personale, al di là dello spartito. Spesso i risultati che ottengo sono migliori delle mie aspettative, e questo è merito di chi suona le mie composizioni; cerco di farli trovare in situazioni diverse dai contesti nei quali si trovano normalmente ad agire, in modo da stimolarli a cercare differenti modi espressivi. Alcuni suonano con me da tanto tempo, ci intendiamo al volo, siamo una sorta di comunità di amici. Se un musicista è davvero creativo, è sempre felice di evitare le cose scontate, la routine, e di esplorare territori nuovi.