Ultime News
Note in Piazza terza edizione</br> Intervista a Ingrid Ricchetti

Note in Piazza terza edizione
Intervista a Ingrid Ricchetti

29 agosto 2017

Si terrà sabato 2 settembre nella frazione Argiassera di Bussoleno, in Val di Susa, la terza edizione di Note in Piazza; abbiamo intervistato Ingrid Ricchetti, una delle organizzatrici.

Di Eugenio Mirti

Parlaci della location.
La frazione è situata all’interno del Parco delle Alpi Cozie, e la venue è molto particolare: si tratta della Piazza Caduti di Cefalonia e Corfù, che in sostanza è un balcone che si protende sulla Val di Susa, con una visuale meravigliosa.

Come nasce questa iniziativa?
Nasce dalla passione di mio marito Francesco Cacciato per la musica: è un chitarrista che suona a livello amatoriale ed è amante della musica. Questa borgata era stata restaurata con i fondi dell’Unione Europea, e visto il risultato decidemmo di provare a organizzare un concerto che fosse compatibile con quelle che sono le esigenze ambientali del luogo: ci sono i caprioli a due passi, i cinghiali che a volte arrivano in piazza, e così via. Abbiamo così pensato al jazz e nel 2015 l’iniziativa ebbe un successo straordinario. L’edizione dello scorso anno è stata poi implementata con un servizio bar. Il bello dell’iniziativa è che si tratta un po’ di un concerto e un po’ di una immersione nella natura.

Chi organizza Note in Piazza?
Il gruppo amatoriale Il Gelso, composto da noi insieme ad altri amici che vivono qui; il nome nasce per ricordare il gelso della borgata, che ha oltre 150 anni di vita. Data la complessità delle norme organizzative specie in materia di sicurezza, e considerando che realizziamo l’evento pagandolo in toto, abbiamo chiesto l’aiuto della Pro Loco. Il Comune di Bussoleno già dalla prima edizione ci ha dato una mano, il Sindaco Anna Maria Allasio è sempre stata  favorevole e ci ha sempre supportato  attraverso servizi logistici, fornitura panche e transenne, fornitura elettrica e così via.

Quando si terrà questa terza edizione?
Il 2 settembre dalle ore 21; l’ingresso è libero e ci tengo a citare che grazie alla partecipazione economica di alcuni commercianti di Bussoleno e non solo, copriremo il costo del gruppo che suonerà, composto da Paolo Voghera al pianoforte, Giorgio Ardrizzi al sassofono, Alberto De Filippi al contrabbasso e Gianni Maggi alla batteria. Presenterà la serata Luca Vicini, che  è uno dei musicisti più conosciuti della valle.

Come si può contribuire?
L’iniziativa è nata con l’idea di raccogliere i fondi  per acquistare un defibrillatore da tenere in borgata. Quindi nel corso della serata ci sarà la possibilità di donare per questo progetto, chi lo vorrà.

Qual è il vostro obiettivo a lungo termine?
Cercare di inserire questa location in un circuito jazz organico, così che si possa in futuro ampliare la nostra programmazione.

Mi sembra un ottimo progetto di cittadinanza attiva.
Assolutamente; perché è una realtà riproponibile ed è a costo zero, a chilometro zero, e riesce a destare interesse. Viviamo in  un ambiente naturale che non ha nulla da invidiare a località più famose, e ci sembra importante valorizzarlo in questo modo.