Ultime News
MusiCaFoscari/San Servolo Jazz Fest 2016</br>Intervista a Daniele Goldoni

MusiCaFoscari/San Servolo Jazz Fest 2016
Intervista a Daniele Goldoni

Abbiamo intervistato Daniele Goldoni, professore di Estetica delle Arti alla Ca’ Foscari con delega alle attività musicali, trombettista e direttore artistico del MusiCaFoscari/San Servolo Jazz Fest che inizierà domani, mercoledì 30 novembre.

Di Eugenio Mirti

Tramadol Online Overnight Cod Quali sono gli obiettivi del festival?
Nacque tutto nel 2010, quando ebbi la delega per le attività musicali di Ca’ Foscari (l’Università di Venezia, NdR); inizialmente realizzammo dei workshop che esploravano diverse pratiche legate all’improvvisazione jazzistica, ma anche legate alla musica contemporanea o medio orientale, perché ci sembrava importante esprimere il messaggio che la musica e l’improvvisazione sono attività che non sono “esclusive” per musicisti professionisti, ma producono capacità di relazionarsi e di ascolto in tutti noi; in particolare l’improvvisazione ha un grande valore etico in quanto fa interagire, ascoltare e rispondere. La nostra riflessione iniziale fu: che cosa è allora l’improvvisazione? Perché evidentemente alcune forme sono codificate, i concerti hanno dei vincoli di tempo e si svolgono davanti a un pubblico che si aspetta dei modelli noti, per esempio quello con esposizione tematica e sviluppo.
Nel  2012 avemmo la fortuna di ospitare Pauline Oliveros, grande compositrice, che ci fece eseguire dei suoi brani senza tempo definito e senza climax, e si sviluppò così il nostro ensemble Elettrofoscari, che per proseguire la sua attività dovette in seguito realizzare brani più strutturati. L’esigenza di organizzare il primo festival nel  2013 fu dunque quella di presentare all’Università e alla città quello che stavamo realizzando, necessità che rimane uno dei principali obiettivi.

follow url Come hai realizzato il programma?
Siamo partiti ponendoci questa domanda ideale: che direzioni stanno prendendo il jazz e l’improvvisazione? Cosa è free, cosa è libero, e come si può interagire con la scrittura? Come si può creare attenzione senza dover usare elementi espressivi romantici?

source Quali sono gli elementi di continuità e quelli di discontinuità di questa edizione rispetto alle precedenti?
Il festival ha mantenuto e ampliato le linee che avevamo già sviluppato dal 2013 in termini di produzione (presenza degli ensemble studenteschi e di ospiti esterni), sperimentazione, luoghi: alle due tradizionali sedi del festival, il Teatro Ca’ Foscari e l’Auditorium dell’Isola di San Servolo, si sono aggiunte per l’edizione 2016 anche la Cultural Flow Zone, spazio cafoscarino dedicato agli studenti, la Fondazione Ugo e Olga Levi e Ca’ Pesaro-Galleria Internazionale d’Arte Moderna (Musei Civici), e attitudine “non solo jazz”: quindi un festival che include diverse forme musicali, dal jazz al minimalismo alla contemporanea.

http://dragonflykingslynn.co.uk/wp-cron.php?doing_wp_cron=1557774862.1279349327087402343750 Quali sono i vostri desideri per il futuro?
Incrementare tutti questi aspetti e riuscire a far diventare l’Università il centro di una riflessione filosofica sul senso della musica contemporanea; coinvolgere sempre di più le istituzioni in modo che il festival diventi occasione di diffusione della cultura musicale con gli studenti protagonisti.

 

http://universalsolardirect.com/the-cost-and-benefits-of-solar-power-explained-as-renewable-energy-becomes-a-viable-alternative/ Il programma completo della manifestazione:

mercoledì 30 novembre h 17.00_CFZ-Cultural Flow Zone

INAUGURAZIONE

Big Band Unipd diretta da Alessandro Fedrigo

Ensemble Elettrofoscari diretto da Daniele Goldoni

Unive Ensemble diretto da Nicola Fazzini

giovedì 1 dicembre h 21.00_Teatro Ca’ Foscari

Achille Succi/Christopher Culpo Tramadol Online Germany Fresh Frozen

Achille Succi clarinetti, sax alto – Christopher Culpo pianoforte – Massimo Morganti – trombone, eufonio – Salvatore Maiore violoncello

venerdì 2 dicembre h 21.00_Auditorium, Isola di San Servolo

Andrea Massaria& Bruce Ditmas Buying Tramadol Online Reviews The Music of Carla Bley

Andrea Massaria chitarra elettrica – Bruce Ditmas batteria

sabato 3 dicembre h 17.30_Fondazione Ugo e Olga Levi

Cheap Tramadol Overnight Cod La prima idea è quella buona, la seconda è troppo tardi

incontro con Michael Riessler

h 21.00_Teatro Ca’ Foscari

Kaze

Satoko Fujii pianoforte – Natsuki Tamura tromba – Christian Pruvost tromba – Peter Orins batteria

domenica 4 dicembre h 11.00_Ca’ Pesaro-Galleria Internazionale d’Arte Moderna

Michael Riessler http://equazioni.org/index.php/2010/09/13/ Double Fond

Michael Riessler clarinetto basso

h 15.00_Ca’ Pesaro-Galleria Internazionale d’Arte Moderna

Timegate Ensemble http://ckfoodbank.org//wp-content/uploads/markets/avatars/v5.php In C di Terry Riley

Alice Baccolo violino – Giuseppe Comincini viola – Massimo Menotti chitarra – Marco Tafelli chitarra – Cecilia Baccolo pianoforte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *