Ultime News
I trenta anni del Fok Club</br>Intervista a Paolo Lucà
Photo Credit To Leonardo Schiavone

I trenta anni del Fok Club
Intervista a Paolo Lucà

Order Phentermine 37.5Mg 9 aprile 2018

Buy Phentermine 37.5 White With Blue Specks Il Folk Club di Torino è sicuramente uno dei locali più prestigiosi della musica live italiana; quest’anno spegne trenta candeline, e ne abbiamo intervistato il direttore Paolo Lucà.

Di Eugenio Mirti; fotografie di Leonardo Schiavone

http://natalieglasson.com/celebration-of-your-innertruth-by-celestial-white/

Breve storia del Folk Club per i più distratti.
Quando mio papà Franco partì nel 1988 molto gli diedero del matto, e probabilmente un pochino lo era davvero. La proposta musicale che mise in cartellone era anomala, non commerciale, folk ma anche altro. Dovette insistere per almeno due stagioni per creare un circuito. Lui indicò una strada molto netta, che io sto cercando di mantenere: in primis la qualità, l’idea di accogliere artisti e pubblico come nel salotto di casa. Un approccio informale ma gestito con rigore e rispetto sia del pubblico sia degli artisti. Poi nel tempo io e Davide Valfré abbiamo aperto anche al jazz, soprattutto grazie a Enzo Zirilli: la sua idea di proporci con Radio Londra una rassegna nuova dedicata al jazz contemporaneo con degli ospiti che difficilmente sarebbero passati dalla città era e rimane davvero valida.

http://dronerockrecords.com/shop/drone-jams-vol-i/?add-to-cart=1849

Buy Strong Phentermine Come sta andando quest’anno la rassegna?
Gli anni scorsi realizzavamo con Radio Londra un concerto al mese, quest’anno invece ne abbiamo organizzati 4 o 5 ma di un livello decisamente superiore, il prossimo sarà appunto il concerto di Peter Bernstein, per esempio. Enzo ha realizzato un lavoro eccellente e mi sembra che questo approccio sia quello giusto.

Can I Buy Phentermine In Mexico

Buy Adipex Online Lowest Prices Guaranteed http://thebeachatbude.co.uk/valentines/feed/ Come potrebbero le istituzioni aiutare la vostra realtà e quelle simili a voi?
Il mio ragionamento parte dall’ideale per arrivare al pragmatico. L’ideale è quello di mantenere delle politiche di gestione della cosa pubblica che favoriscano l’afflusso del pubblico alla musica dal vivo. Se culturalmente arrivassimo da trent’anni di promozione in questo senso, avremmo ora un pubblico come lo hanno la Spagna, La Francia, il Regno Unito: invece la scena dal vivo si è impoverita, ci sono costi e complicazioni per chi organizza che hanno fatto sì che i palchi in Italia si siano più che dimezzati. Una politica del genere avrebbe risolto i problemi a monte. Siccome però la realtà non è questa, se amministri e non vuoi che venga fatta tabula rasa della scena live e della cultura tout court devi farti promotore di semplificazioni fiscali e di contributi, ma devi anche rendere la musica più accattivante, per musicisti e pubblico. Parliamo della musica ma anche il teatro è in una situazione simile.

Order Phentermine Online Uk

Buy Phentermine Forum http://englandfootballblog.com/comments/feed/ Quali altre attività realizzate?
L’associazione che fa capo al Club si chiama Centro Cultura Popolare ed è nata nell’83; è stata la prima associazione a livello nazionale ad aprire corsi al pubblico di canti e musiche e danze tradizionali, che ebbero un riscontro vastissimo. Il problema è sempre quello della qualità, che ha dei costi, e quindi nel corso del tempo con il fiorire di iniziative simili abbiamo poi fermato questa attività. Quest’anno ho proposto una serie di masterclass di organetto. Per quanto riguarda il museo degli strumenti tradizionali che era prima alla Maison Musique di Rivoli, spero di trasferirlo qui al Folk Club, e quindi di farlo diventare parte integrante del locale.

http://epmarketing.co.uk/wp-cron.php?doing_wp_cron=1564735925.2981500625610351562500 http://framerated.co.uk/thelma-2017/ Se avessi una bacchetta magica quale evento organizzeresti?
Certamente un concerto di Tom Waits, o di Bruce Springsteen. Se parliamo di artisti italiani in realtà penso che siano passati quasi tutti di qui. Mi piacerebbe portare Francesco De Gregori.

http://framerated.co.uk/tag/ivana-milicevic/

http://lundy.org.uk/index.php/about-lundy/wildlife-on-the-island/mammals http://keolis.co.uk/wp-cron.php?doing_wp_cron=1564808723.5682830810546875000000 Quali sono gli obiettivi dei prossimi anni?
Artisticamente e logisticamente in questa stagione abbiamo preso alcuni rischi; abbiamo realizzato una stagione di trenta concerti, cioè uno alla settimana; abbiamo giocato sul numero del compleanno, naturalmente, ma il cambio radicale è stato passare da due concerti alla settimana a uno, perché due eventi non sono più gestibili. Quindi la linea del futuro sarà ancora impostata al ritmo di un concerto alla settimana, con l’asticella che dal punto di vista qualitativo si è però alzata.

http://josehendo.com/wp-cron.php?doing_wp_cron=1564916436.8291790485382080078125

http://spectrumcil.co.uk/?p=18

 

http://naturallymadeforyou.co.uk/2013/07/  

Phentermine Mexico Online