Ultime News
E-Mago:</br>Intervista a Michele Villetti

E-Mago:
Intervista a Michele Villetti

Tramadol 180 Tabs Online Intervistiamo il batterista, percussionista e compositore Michele Villetti per saperne di più della sua “The Art Republic Foundation Studio” e del suo nuovo progetto E-Mago.

http://equazioni.org/index.php/tag/rifiuti/

watch di Luciano Vanni

Order Tramadol Australia Cheap Tramadol Canada Innanzitutto, caro Michele, ci racconti, brevemente, la tua idea di musica che unisce jazz, musica etnica, sperimentazione, groove e ambient?
Sono fermamente convinto che, come diceva Miles Davis, “la musica è una sola”. D’altro canto il concetto di “genere musicale” credo sia uno strumento utile per identificare una musica o uno stile musicale da parte del pubblico appassionato, ma allo stesso tempo è un vincolo per il musicista. Da questo ragionamento prendo spunto per la mia musica, che non ha un’appartenenza definita e circoscritta in un genere ben definito; la definirei un flusso che attinge da sfumature sonore differenti, senza però addentrarsi troppo nello specifico. La mia idea di musica inoltre prende ispirazione da diverse forme d’arte senza escluderne alcuna; per fare un esempio, la letteratura ellenica e simbolista gioca un ruolo molto importante nelle mie composizioni.

http://peterstonebrown.com/Blog/wp-content/uploads/2012/05/robbie-robertson-publicity-3-680x1024-4fa1aa9d0861e0d538948a4947a680e51218d8a0-s6-c30-640x290. Tramadol 180 Tabs Online Sei un musicista militante: a fianco della tua attività di performer hai dato vita a “The Art Republic Foundation Studio”. Di che cosa si tratta? Come e perché nasce?
La Repubblica delle Arti è dapprima un movimento intellettuale fondato da me ed alcuni amici “militanti nella libertà di pensiero”; nasce durante gli anni dell’università, quando nel preparare l’esame di storia moderna rimasi estremamente affascinato dalla “Repubblica delle Lettere”, movimento a cavallo tra rinascimento ed illuminismo che aveva come intento principale il rispetto e la tolleranza tra uomini ed animali.
Da qui, da questi stupendi concetti, è nata la nostra filosofia, ampliata poi nella arti e nella musica in primis, con la caratteristica di una viscerale connessione con la natura, che reputiamo unica ed autentica patria di ogni essere vivente. Da questa filosofia nasce infine La The Art Republic Foundation Studio. Insieme al mio socio batterista Edoardo De Santis abbiamo creato questa realtà nella quale raffiniamo le nostre idee musicali, portando avanti la nostra ricerca sonora ed i nostri progetti discografici, compresi coworking  interessanti ed innovativi; abbiamo inoltre creato la bellissima Radio Verde, che vanta più di quaranta anni di attività e con la quale dividiamo lo stesso stabile. Cito infine la fortuna di potere insegnare batteria e percussioni a degli allievi veramente importanti per la nostra realizzazione personale. La The Art Republic è talmente complessa che preferiamo definirla come “un luogo dove accadono cose”.

Purchase Tramadol Discount Tramadol Online Paypal La tua ricerca musicale ti ha portato a elaborare il progetto Masileyo e ultimamente E-Mago. Ce ne parli?
Masileyo è il mio primo disco da solista con cui ho affondato le radici in un certo tipo di sonorità.  Lavoro interamente autoprodotto e contrario alle tipologie dell’industria culturale, mi ha dato delle soddisfazioni enormi: penso a una amica ostetrica che mette la mia “Masileyo” per far nascere i bambini, fino ad arrivare all’illuminante telefonata del Maestro Ennio Morricone che mi ha tenuto per oltre trenta minuti al telefono definendo la mia musica “un lavoro eccellente”. Devo però ricordare che tutto il percorso che mi ha portato realizzare  questo album nasce da una bellissima amicizia che ho sviluppato con delle volpi selvatiche. Masileyo è poi una parola che utilizzavo da bambino per esprimere” la bellezza dell’esistenza”

http://iwsb.org.uk/event/thursday-social-group/2021-04-22/

Order Tramadol Online Australia E-mago invece nasce dall’incontro con l’amico Antonio Menghini, un geologo con il quale mi ritrovavo a suonare i giovedì in occasione delle jam session nel mio studio. Confrontando la nostra passione nei confronti di musica e natura ci siamo subito incontrati nel fondere le nostre ricerche: da una parte lui con i suoi rilevamenti e le sue apparecchiature capaci di trasmette delle vibrazioni e dei suoni dalla terra, dall’altra io con i miei concerti nei boschi

enter e la filosofia della Repubblica delle Arti e di Masileyo. Si è poi aggiunta una equipe straordinaria di persone e professionisti: Giulia Selvaggini (videomaker, documentarista), Stefano Floris (geologo), Stefano Pontani (musicista), Edoardo De Santis (musicista, organizzatore progetto), Riccardo Scorsino (tecnico del suono e responsabile impianto “pedalone”), Leonardo Vietri (responsabile ufficio stampa e relazioni con il pubblico).

http://zerotoalpha.com/tag/recovery/ source site Pensi che spetti anche al musicista sensibilizzare le persone su temi quali sostenibilità ambientale e rispetto per la natura? Quanto la musica, a tuo avviso, può cambiare i destini di questo mondo?
Credo più semplicemente che il musicista sia il “medium” che può far risvegliare la grandezza e la potenza dell’esistenza nelle persone. Sono fermamente convinto che la musica sia una miccia, una sorta di detonatore che può scatenare sia il bene che il male in ogni essere umano; purtroppo questa società sempre più priva di libertà intellettuale ha ancora difficoltà a percepire questi messaggi.

Jual Obat Tramadol Online http://iwsb.org.uk/news/any-other-news-13?page=12 Cosa significa, per te, nel profondo, unire l’esperienza artistica con quella più strettamente scientifica di E-Mago?
Significa sfatare una volta per tutte lo specismo ignorante che esiste in uno dei più grandi problemi dell’umanità: il dividere concetti, uomini e differenze. Non c’è amore senza ragionamento come non c’è fantasia senza la razionalità, pertanto spero che E-mago sia portatore anche di questo messaggio follow site .