Ultime News
Il dipartimento CvA Online del conservatorio di Amsterdam</br>Parla Edo Righini

Il dipartimento CvA Online del conservatorio di Amsterdam
Parla Edo Righini

Abbiamo intervistato Edo Righini, insegnante e direttore del dipartimento CvA Online presso il conservatorio di Amsterdam.

http://keolis.co.uk/wp-cron.php?doing_wp_cron=1564725236.8120360374450683593750

Phentermine Rx Online Doctor di Luciano Vanni

http://thebeachatbude.co.uk/menu-items/aval-dor-cornish/ Puoi parlarci della tua formazione e attività di insegnamento?
Ho iniziato la mia formazione musicale in Italia nel 1990, studiando privatamente chitarra rock, jazz e classica con diversi insegnanti. Dopo sei anni di studio e una buona esperienza come concertista e turnista ho deciso di dedicarmi esclusivamente al linguaggio jazzistico e conseguire un diploma in Chitarra Jazz. Il 24 agosto del 1996 mi sono trasferito in Olanda, ad Amsterdam. Al tempo non era possibile in Italia ottenere un diploma di Chitarra Jazz, cosa invece possibile all’estero. L’Olanda, e in particolare il conservatorio di Amsterdam, si sono rivelati un’ottima scelta. Grazie al conservatorio di Amsterdam ho anche ottenuto una borsa di studio per studiare un anno alla Purchase University di New York con John  Abercrombie. Mi sono laureato nel 2003 e immediatamente ho iniziato a insegnare al conservatorio di Amsterdam. Nel corso degli anni ho insegnato anche al conservatorio di Rotterdam (due anni), Maastricht (sei anni), Tilburg (undici anni) e Siena (SJU) oltre che in innumerevoli workshop presso conservatori in Europa e USA.

http://englandfootballblog.com/posts/tag/dan-ashworth-director-of-elite-development/feed/ Raccontaci della tua attività presso il conservatorio di Amsterdam.
La mia attività si svolge principalmente al conservatorio di Amsterdam dove lavoro a tempo pieno. Al conservatorio ho due funzioni: insegnante e direttore del dipartimento CvA Online. Come insegnante mi occupo di “Tecnica della chitarra jazz”, “Musica di insieme”, “Metodica dell’insegnamento” e “Management musicale”. Come direttore del dipartimento CvA Online sono responsabile della produzione, distribuzione, marketing e vendita in tutto il mondo dei corsi di quaranta insegnanti del dipartimento di musica classica, jazz e pop del conservatorio di Amsterdam. Questo avviene tramite una piattaforma digitale, CvA Online appunto. Inoltre faccio parte, insieme ad altri cinque colleghi, dello staff di coordinamento del dipartimento di Musica Jazz del conservatorio di Amsterdam.

Parlaci del dipartimento di Online learning: CvA Online.
CvA Online offre a studenti in tutto il mondo l’opportunità di accedere al curriculum del conservatorio di Amsterdam, studiando con gli stessi insegnanti ed, eventualmente, conseguire anche un certificato nelle specifiche discipline. Più specificatamente offriamo tre possibilità di accedere ai nostri corsi e di comunicare con i nostri insegnanti:
1. corsi certificati e interattivi;
2. masterclass;
3. lezioni tramite live video streaming.

Buy Phentermine China

http://natalieglasson.com/wp-cron.php?doing_wp_cron=1564715635.1307199001312255859375 Duromine Phentermine 30Mg Buy Vediamo nello specifico tutti e tre i punti.
1. I corsi certificati e interattivi (www.cvaonline.nl/courses) sono costruiti in modo tale da offrire allo studente lo stesso materiale didattico e la stessa esperienza didattica che offriamo settimanalmente ai nostri studenti del conservatorio, qui ad Amsterdam. Ogni studente accede a un corso strutturato intorno a video didattici e PDF. Ogni lezione è costruita seguendo un format predefinito costituito da esempi musicali, una sezione in cui viene spiegato come studiare e compiti. Al termine di ogni lezione lo studente deve video registrare i propri compiti con l’ausilio di basi di accompagnamento e mandare, tramite il nostro sito, il suo video al suo docente. Una volta ricevuto il video, il docente valuta il video dello studente e manda un video personalizzato con suggerimenti, correzioni ed eventualmente, altri compiti. Questo processo si ripete settimanalmente per tutta la durata del corso. È un processo molto intensivo ed estremamente personalizzato. L’urgenza di registrare settimanalmente compiti che vengono valutati dal docente spinge lo studente a studiare in modo sistematico e sviluppa la sua capacità di auto analisi e critica.
2. Le masterclass offrono agli studenti la possibilità di vedere come i nostri docenti insegnano in classe con gli studenti del conservatorio. Un’eccezionale opportunità per studenti interessati a uno specifico argomento o insegnante. Parliamo di masterclass della durata di due e tre ore suddivise in episodi. Le masterclass non sono interattive e quindi hanno anche un prezzo molto più accessibile.
3. Le lezioni tramite live video streaming offrono agli studenti la possibilità di guardare l’agenda digitale dei docenti, fissare un appuntamento e ricevere un’ora di lezione via Skype con i nostri docenti.

How To Order Phentermine 37.5 Mg Quali sono i vantaggi  del dipartimento  http://dronerockrecords.com/wp-cron.php?doing_wp_cron=1564707884.4472401142120361328125 CvA Online, dal tuo punto di vista?
Questo nuovo modo di insegnare e comunicare offre impareggiabili opportunità:
• studiare con docenti che hanno un’esperienza decennale di insegnamento in uno dei conservatori più prestigiosi del mondo. Il conservatorio di Amsterdam è stato riconosciuto come uno fra i migliori venti istituti di alta formazione musicale nel mondo;
• seguire un programma di studio organizzato, personalizzato e dettagliato che offre la possibilità di ricevere al termine del corso un certificato dal conservatorio di Amsterdam;
• confrontarsi con il proprio modo di suonare tramite i compiti che devono essere registrati ogni settimana. Il processo di registrarsi innumerevoli volte per arrivare a un risultato musicale soddisfacente da mandare all’insegnante è uno dei modi migliori e più naturali per crescere e assorbire il materiale studiato;
• ricevere ogni settimana un video personalizzato da un docente che analizza in profondità il modo di suonare dello studente;
• la possibilità di guardare e ascoltare ogni lezione quante volte si vuole e dove lo si vuole. L’insegnamento online si affianca e arricchisce la modalità tradizionale in classe.

Buy Phentermine K28

http://roxannapanufnik.com/Msailling/a0wbbt6h0y.asp>デジタルカメラ Generic Phentermine Fedex Quali sono le ragioni più importanti?
Le ragioni più importanti sono:
• interdisciplinarità e comunicazione: tutti i docenti e gli studenti iscritti al corso ordinario del conservatorio di Amsterdam possono accedere gratuitamente a tutti i corsi online del CvA Online, indipendentemente che studino nel dipartimento di musica classica, jazz o musica popolare. Questo permette una circolazione orizzontale di conoscenza ed esperienza che altrimenti sarebbe limitatissima se non impossibile. Basti pensare che in questo momento ci sono più di 400 iscritti che usufruiscono internamente al conservatorio dei corsi online;
• aggiornamento del programma didattico: i docenti dei corsi online hanno avuto dovuto fare un notevole lavoro di preparazione per strutturare il loro metodo di insegnamento in lezioni consequenziali, ognuna delle quali comprendente esempi, strategie di apprendimento e compiti. L’imprescindibile attività di revisione delle metodologie didattiche del corpo docente è stato un arricchimento notevole per il curriculum del conservatorio;
• miglior rendimento in classe: gli studenti del conservatorio che seguono anche i corsi online utilizzano il tempo in classe con il proprio docente in maniera più efficiente. Avendo risolto problemi e sviluppato domande a casa utilizzando i video didattici dello stesso docente, utilizzano il tempo in classe con il docente in maniera più efficace e mirata.

http://josehendo.com/wp-cron.php?doing_wp_cron=1564821249.0637319087982177734375 http://triadventure.co.uk/events-calendar/feed/ Le opportunità create dal dipartimento online per il conservatorio di Amsterdam sono numerose.
Queste le opportunità dal mio punto di vista:
• raggiungere un pubblico più ampio ed eterogeneo. Al momento ci sono studenti di 35 paesi diversi che seguono i corsi online del conservatorio di Amsterdam. Spesso questi studenti si avvicinano ai corsi online utilizzando canali non tradizionali come “social media” e YouTube. I corsi online permettono al conservatorio di raggiungere un gruppo molto più ampio e diversificato di studenti, accrescendo le possibilità di mettersi in contatto con talenti che altrimenti andrebbero “persi”;
• offrire un’alternativa strutturata e di qualità allo studente anno 2016 che comunque passerebbe molte ore alla settimana cercando di assimilare nozioni musicali guardando video didattici su YouTube, il cui contenuto non spesso garantisce qualità didattica, un metodo strutturato di insegnamento e sicuramente non comprende il feedback personalizzato;
• indipendenza economica. Gli introiti generati dalla piattaforma online vengono investiti nelle attività didattiche del conservatorio, offrendo la possibilità di mettere a disposizione di studenti talentuosi borse di studio e offrire a docenti di fama internazionale condizioni contrattuali più interessanti e competitive;
• incentivi per i docenti. I docenti che insegnano per il dipartimento online ricevono una percentuale sui corsi venduti e vengono pagati per il loro lavoro di assistenza online dello studente.
• marketing ed esposizione. La campagna di marketing che sostiene CvA Online favoreggia la visibilità dei docenti del conservatorio permettendogli di raggiungere un pubblico di studenti e musicisti molto più ampio.

http://spectrumcil.co.uk/wp-cron.php?doing_wp_cron=1564672463.6829819679260253906250

Buy Adipex Ebay Buying Phentermine In Australia Quali differenze riscontri fra Italia e Olanda?
Nonostante che sia in Italia sia in Olanda ci siano delle grandi similitudini fra i conservatori dove lavoro, ho riscontrato anche delle sostanziali differenze ricorrenti specialmente nei seguenti campi. Riporto qui la mia esperienza al conservatorio di Amsterdam, tralasciando le altre esperienze didattiche negli altri conservatori olandesi.
• Tipologia dell’esame di ammissione: al Conservatorio di Amsterdam, la selezione degli studenti durante gli esami di ammissione è severissima. Ogni anno ci sono nel dipartimento Jazz circa 640 domande di ammissione per 60 posti. Questo offre ai nostri docenti la possibilità di mantenere il livello medio degli studenti molto alto.
• Corsi di Ear Training: nel curriculum del Conservatorio di Amsterdam viene data molta importanza ai corsi di Ear Training. Essendo il jazz una musica in cui il reciproco ascolto e l’“interplay” risultano fra gli elementi più importanti, ritengo questa una differenza importantissima.
• Corsi di metodologia dell’insegnamento: nel programma del conservatorio di Amsterdam sono previsti due anni di metodologia dell’insegnamento per preparare tutti gli studenti alla carriera dell’insegnamento. A questo programma si affianca il corso di pratica della metodologia di insegnamento che prevede un’attività di insegnamento dello studente, monitorata dal docente.
• Eterogeneità nel corpo docente: molti dei nostri docenti sono musicisti provenienti da tutto il mondo, questo garantisce confronto e scambio.
• Eterogeneità fra gli studenti: al momento ci sono al conservatorio di Amsterdam 1200 studenti provenienti da 59 nazionalità.
• Strutture di insegnamento: l’edificio dove sono svolgono le lezioni è stato realizzato nel 2008 e comprende tre sale da concerto con capienza da 300 a 450 posti a sedere ciascuna con possibilita di registrazioni audio e video live. Ci sono inoltre due studi di registrazioni professionali e quasi 80 aule dove si può studiare e insegnare. La possibilità offerta a ogni studente di usufruire dello studio di registrazione e di avere sempre sale prove a disposizione, gratuitamente, aiuta gli studenti nella loro crescita strumentale e artistica.
• Ore di lezione: ogni studente riceve 1 +1/2 di lezione di strumento ogni settimana, oltre alle materie obbligatorie come ear training, musica di insieme, didattica musicale, arrangiamento storia etc, e quelle facoltative. Penso si possa parlare di una media di 14 fino a 18 ore di lezioni settimanali.
• Quattro anni di studio invece di tre: in Olanda per conseguire il diploma ci vogliono quattro anni di studio invece dei tre in Italia. Questo spinge lo studente ad approfondire lo studio dello strumento e del lessico nei primi tre anni e di concentrarsi sulla preparazione dell’esame finale nel quarto anno.
• Rapporti internazionali: ogni anno diversi studenti del Conservatorio di Amsterdam ricevono una borsa di studio completa presso partner internazionali come la Manhattan School of Music, New England Conservatory, Phyladelphia Conservatory of Music. Questo gli permette di vivere e studiare negli States e di confrontarsi con una realtà importantissima per il jazz.
• Rapporti nazionali: in Italia noto una maggiore propensione a collaborare fra conservatori e molti colleghi che insegnano, per esempio, a Siena sono anche attivi come insegnanti in altri conservatori. Questo mi sembra molto positivo e salutare per lo scambio orizzontale di informazioni didattiche.
Ovviamente tutti questi elementi non “garantiscono” un percorso didattico per se migliore rispetto a quello in Italia, ma contribuiscono a creare delle basi solide per una carriera musicale sia come musicista che come didatta.

Buy Phentermine Online India Buy Phentermine Uk Online Quali differenze vedi fra l’insegnamento musicale in Europa e quello in America?
Non mi sento qualificato abbastanza per strutturare una risposta del genere. Nonostante abbia studiato, vissuto e lavorato a New York per un anno, noto che New York non rappresenta la media della situazione didattica del jazz in America. Vado ogni anno negli States a conferenze come il JEN, ma devo dire che il panorama didattico in America è cosi eterogeneo e complesso che richiede un esperto del luogo per poter esprimere un giudizio articolato e lucido.

Buy Phentermine Cod Fedex